rotate-mobile
FirenzeToday

Opinioni

FirenzeToday

Redazione FirenzeToday

XXIX Trofeo Marzocco: la spettacolare esibizione degli sbandieratori

A cura di Rosanna Bari

Il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina ha sfilato ieri per le strade della città fino a piazza della Signoria, dove si è tenuto, organizzato dai Bandierai degli Uffizi, il tradizionale Trofeo Marzocco giunto alla XXIX edizione.
Il trofeo, che prende il nome da uno dei più rappresentativi simboli della città, il leone che regge lo stemma col giglio di Firenze, è un torneo quadrangolare che si svolge ogni 1° maggio tra il gruppo dei Bandierai degli Uffizi e i gruppi storici di sbandieratori provenienti da tutta Italia.

La gara consiste in una sfida di abilità e sincronia, che vede impegnati i vari gruppi nell'esecuzione di due esercizi principali: la "Piccola Squadra" e la "Grande Squadra", nel rispetto delle regole storiche dello sbandieramento adottate nella prima edizione del 1983.

Alla fine dell'esibizione, una giuria premia i migliori Sbandieratori, ma anche la migliore esecuzione musicale fra i gruppi di Tamburini e Chiarine che hanno accompagnato la spettacolare esibizione.
Sin dal 1973, anno della loro costituzione, i "Bandierai degli Uffizi", gli Sbandieratori Ufficiali di Firenze, sono parte integrante del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino, e da sempre coniugano abilità, spirito e tradizione.

Dei sedici componenti del Gruppo che giostrano le insegne delle principali Magistrature fiorentine, otto indossano giubbe di colore bianco e azzurro, e otto di colore bianco e rosso. Nel corteo, gli Sbandieratori sono preceduti dal Capitano, dal Gonfalone del gruppo, giglio rosso in campo bianco, e dai Tamburini.

Essi rappresentano gli Alfieri militari degli antichi eserciti che, durante le battaglie, comunicavano alle proprie schiere le opportune manovre per mezzo delle insegne (bandiere), mentre i Tamburini davano il tempo e incitavano le truppe. Inoltre, in caso di pericolo, avevano l'importante compito di difendere l'insegna lanciandola in alto o a
distanza, per allontanarla il più possibile dalla mischia dei combattenti e non farla cadere in mano nemica.

Alla manifestazione di ieri hanno partecipato, oltre al Gruppo di Firenze, il Gruppo Sbandieratori del Quartiere di Canneti di San Quirico d'Orcia e il Gruppo Sbandieratori Carbium di Calvi dell'Umbria.

Quest'anno, come abbiamo appreso dal capogruppo Antonio Marrone, il trofeo ha assunto un particolare significato: questa edizione, infatti, non ha avuto il tradizionale carattere competitivo, poichè è stata dedicata alla memoria di Gigi Vitali, storico Capitano dei Bandierai degli Uffizi, venuto a mancare nel giugno dello scorso anno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

XXIX Trofeo Marzocco: la spettacolare esibizione degli sbandieratori

FirenzeToday è in caricamento