rotate-mobile
Cronaca Tavarnelle Val di Pesa

Maxi taglio al bosco per vendere la legna da ardere: denunciati

La scoperta dei carabinieri forestali nel Fiorentino

I carabinieri forestali di Tavarnelle Val di Pesa (Fi) hanno scoperto che una ditta boschiva aveva eseguito abusivamente dei tagli boschivi in conto terzi, tra i comuni di Certaldo e Montespertoli, ciascuno di estensione pari a circa settemila metri quadrati, in assenza di titolo autorizzativo e del consenso della proprietà.

I militari hanno dunque segnalato all’autorità giudiziaria il titolare della ditta per aver provocato un danneggiamento forestale. All'uomo è stato anche contestato il tentativo di furto. Inoltre è stato multato per 17.912 euro, per i tagli non autorizzati e per il danno forestale corrispondente al valore del materiale asportato senza titolo.

Chianti: brucia i residui della potatura e incendia un bosco

Al contempo un’altra ditta, che aveva acquistato il soprassuolo boschivo, aveva predisposto, presso un’area di stoccaggio, nelle immediate vicinanze dei tagli realizzati dalla ditta terzista, una vendita al dettaglio con cartello “vendita legna da ardere”.

Il titolare dell’impresa boschiva che, pur non avendo eseguito i tagli, aveva acquistato i soprassuoli boschivi, è stato quindi denunciato per aver commercializzato legno ricavato da taglio illegale, in assenza degli atti autorizzativi. Sequestrata la legna accatastata da ardere delle specie quercine e orniello, per un peso totale di circa 2.800 quintali, nonché di circa 130 cataste di legna da ardere, ancora presente sul letto di caduta dei tagli irregolari e non trasportata nell’area di stoccaggio. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi taglio al bosco per vendere la legna da ardere: denunciati

FirenzeToday è in caricamento