Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca

Strage sul lavoro: mercoledì 21 febbraio sciopero di due ore Cgil-Uil insieme a edili e metalmeccanici con presidio nella zona del cantiere in Via Mariti

Interverranno i segretari nazionali Landini e Bombardieri. “Mai più morti sul lavoro”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FirenzeToday

Mercoledì 21 febbraio, giorno dello sciopero nazionale proclamato da Cgil e Uil insieme alle categorie degli edili e dei metalmeccanici dopo la strage sul lavoro avvenuta a Firenze venerdì scorso, i segretari generali Maurizio Landini e PierPaolo Bombardieri parteciperanno alla manifestazione che si terrà nel capoluogo toscano a partire dalle ore 16,30, zona cantiere (via Mariti). Lo sciopero riguarderà le ultime due ore di ciascun turno per gli addetti di Fiom, Fillea, Uilm e Feneal, le altre categorie hanno programmato per la stessa giornata iniziative di mobilitazione e assemblee nei luoghi di lavoro. Presidi e manifestazioni territoriali si terranno in tutto il Paese. Lo sciopero è stato esteso nella provincia di Firenze dalle altre categorie ai lavoratori dei vari settori, tranne per coloro che sono interessati dalle limitazioni dei servizi pubblici essenziali. “Basta parlare di cordoglio - affermano Cgil e Uil - è il momento che il Governo, le imprese e le loro associazioni di rappresentanza si assumano le responsabilità: massimo ribasso, appalti a cascata, mancanza di controlli, precarietà del lavoro sono conseguenze di scelte, non una fatalità. Mai più morti sul lavoro”. Nell’occasione, aggiungono Cgil Toscana-Firenze e Uil Toscana –Firenze, “porteremo innanzitutto il nostro cordoglio per le vittime con bandiere listate a lutto e garofani bianchi che i partecipanti deporranno sul luogo della strage. La mobilitazione generale chiamata a livello nazionale vuole mettere al centro dell’attenzione politica il lavoro e la sicurezza affinché sia disposte soluzioni concrete, a partire dai luoghi a maggior rischio come i cantieri. Occorre regolare il sistema dei subappalti che, in particolare nel privato, produce risparmi su condizioni di lavoro, salari, sicurezza, formazione, quindi sulle persone. Mai più morti sul lavoro”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage sul lavoro: mercoledì 21 febbraio sciopero di due ore Cgil-Uil insieme a edili e metalmeccanici con presidio nella zona del cantiere in Via Mariti
FirenzeToday è in caricamento