Piazza della Signoria, dopo Jeff Koons arriva Jan Fabre: una testuggine gigante e un uomo con un metro | FOTO

Dopo il dorato, e tanto discusso, "Pluto e Proserpina" di Jeff Koons in piazza della Signoria arrivano una testuggine gigante ed un uomo con in mano un metro

L'uomo che misura le nuvole e il David

Dopo il dorato "Pluto e Proserpina" di Jeff Koons in piazza della Signoria arrivano una testuggine gigante ed un uomo con in mano un metro. Le due opere, realizzate dall'artista fiammingo Jan Fabre, che saranno visibili dal 15 aprile fino al 2 ottobre, stanno già facendo discutere.

I primi dubbi sulla giusta collocazione delle opere sta già nascendo. La colossale tartaruga, il cui nome è "Seraching for Utopia", 6.500 chili di bronzo, lunga 8 metri, larga 5 e alta 3 sarà posizionata su un piedistallo di marmo alto 90 centimetri e diventerà in pratica l'attrazione principale della piazza se non per la bellezza - "De gustibus non est disputandum" - almeno per il colore argenteo che riflette la luce.

L'altra opera, "The man who measures the clouds", si trova tra le riproduzioni del David di Michelangelo e la Giuditta di Donatello sull'Arengario e quasi non si vede. La scultura, anche questa in bronzo, farà forse meno discutere rispetto al "Pluto e Proserpina" di Koons, ma rimane il fatto che accostare moderno e antico a non tutti piace.

All'interno di Palazzo Vecchio si trovano invece delle opere fatte interamente di scarabei, come il mappamondo di quasi tre metri di diametro, un teschio con in bocca uno scoiattolo impagliato, una spada, un colletto e un busto di donna.

Jan Fabre è un artista che in 35 anni di carriera ha sempre fatto discutere. In ogni città in cui ha esposto le sue opere, o messo in scena le sue piecès teatrali, le critiche non sono mancate. Un uomo con una grande passione per gli insetti, gli animali e il corpo umano. E' l'artista che ha ricreato la Pietà di Michelangelo ponendo al posto del volto della Madonna un teschio, che ha disegnato con il sangue, lo sperma e l'urina. Una notte tra il 21 e il 23 aprile in piazza della Signoria si terrà una delle sue eclettiche performance, tutto è ancora un mistero e per adesso è noto solo il nome "The artist worm crossing piazza della Signoria" ovvero "L'artista verme che attraversa piazza della Signoria". 

La mostra, che vedrà protagonista anche il Forte di Belvedere con più di 60 opere, intitolata "Spiritual Guards" sarà sicuramente qualcosa di nuovo per la città di Firenze.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Via Palazzuolo: completamente nuda semina il panico in strada

  • Firenze Rocks 2020: fan in fermento per la quarta edizione

  • Versilia: fiorentina muore durante una gita in montagna

  • Incidente sull'autostrada A1: feriti e code per chilometri

  • Aeroporto di Peretola: nuovi voli da Firenze grazie a Vueling

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

Torna su
FirenzeToday è in caricamento