rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Un altro gigante abbandonato / Sesto Fiorentino

Nuova occupazione all’ex Luzzi e nell’area verde spunta una distesa di lavatrici \ FOTO

La catena all’ingresso è stata tagliata e l’accesso alla proprietà è libero

Pratolino, le condizioni dell'ex ospedale Luzzi

Di nuovo occupato l’ex ospedale Luzzi a Pratolino, a poche decine di metri dal Banti, uno nel comune di Sesto, l’altro di Vaglia. La catena all’ingresso, utilizzato normalmente dalle gattare che si occupano della colonia felina, è stata tagliata: il cancello è aperto e si può entrare comodamente.

L’immobile, di proprietà dell’Asl, venne sgomberato in via definitiva nel 2012, ma periodicamente si ripresentano nuove occupazioni, di dimensioni  assai più piccole rispetto al passato, quando all’interno della struttura vivevano in centinaia. 

Anche adesso qualcuno ha trovato riparo nella dependance che affaccia su via di Castiglioni: le porte sono murate e così l’ingresso è stato ricavato da una finestra con una scaletta appoggiata alla parete per favorire un’entrata altrimenti impossibile. All’interno un paio di materassi, un tavolino, un acquaio e una cucina a gas. Sull’altro lato della struttura una finestra, dove probabilmente vive qualcun altro, è stata parzialmente smurata per far passare un po’ d’aria. Nell’area verde accanto, invece, una serie di lavatrici abbandonate, una discarica a cielo aperto dentro a un bosco. I rifiuti, dai materassi alle bottiglie fino a vecchi giocattoli, sono in realtà sparsi un po’ ovunque. 

“Non mi meraviglia questa ennesima occupazione - commenta Daria B. Urbex - È dal 2016 che denuncio a Comune di Sesto e Asl questo stato di degrado.  A febbraio 2023 facemmo un sopralluogo insieme ad Asl e ad una delegazione di Fratelli d’Italia in modo che potessero verificare ‘dal vivo’ com’è la situazione ed era evidente che lì qualcuno aveva trovato rifugio. Capisco che siano persone in difficoltà, ma non è  l’ambiente giusto per vivere, in un degrado così estremo. Oltretutto siamo in inverno, se accendono un fuoco o altro per scaldarsi, c’è il rischio che possa trasformarsi in tragedia. Comunque - conclude - al di là delle occupazioni, sarebbe da capire cosa vogliono fare del Luzzi. Non mi pare venga fatto qualcosa per la tutela e la protezione, il tetto è già collassato in molteplici punti; le condizioni non invogliano certo i compratori”.

Già, perché il Luzzi è ufficialmente in vendita da tempo, ma trovare acquirenti appare davvero una mission impossibile. L’ex ospedale, come il vicino Banti o Villa Pepi, sgomberata lo scorso luglio, fa mostra di sé sul sito ‘Invest in Tuscany’ della Regione, nella pagina Real Estate, dove sono elencate una serie di proprietà pubbliche sul mercato. Ed è addirittura indicato tra le “our best choices”, ovvero le “nostre scelte migliori” con lo stesso Banti e il Castello di Monteregio a Massa Marittima. Un tantino ottimista. 

Ex ospedale Luzzi gennaio 2024

Continua a leggere su FirenzeToday

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova occupazione all’ex Luzzi e nell’area verde spunta una distesa di lavatrici \ FOTO

FirenzeToday è in caricamento