menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nardella: "Ecco come riaprirà Firenze, al lavoro a orari differenziati"

Mobilità, tre fasi per la ripartenza: "Un nuovo piano per i trasporti. Tutti in auto? Impensabile"

No agli spostamenti di massa in macchina per evitare il trasporto pubblico, sì alla condivisione dei mezzi, alle bici e persino agli spostamenti a piedi. E' l'idea del sindaco Dario Nardella per la ripartenza nella cosiddetta "Fase 2" dell'emergenza coronavirus. Il sindaco sta lavorando sulle modalità organizzative della città, come ha spiegato in una intervista a La Nazione. La parola d'ordine è: differenziare gli orari.

"Sto lavorando per introdurre lo scaglionamento delle aperture - ha detto il sindaco - ovvero ingressi a ore diversificate della fabbriche e degli ufficie, in prospettiva, anche dei negozi e delle scuole" per evitare "il caos nelle ore di punta sui mezzi pubblici che, dovendo rispettare le distanze, non si possono più riempire".

"A me andrebbe bene pure riaprire l'Italia per zone - ha detto Nardella nell'intervista - ma lo stabilisca il governo in modo chiaro. Per adesso è solo caos".

Insistendo sulla mobilità fiorentina in sindaco si è detto "molto preoccupato". "Il messaggio 'tutti in macchina' può essere devastante", ha sottolineato". "Su base annua a Firenze avevamo 110 milioni di persone che prendevano il mezzo pubblico. Se solo un quarto di queste persone prendesse l'auto privata e contando nella fase iniziale un necessario limite di persone per ogni auto, nell'arco di poco si bloccherebbe l'intera area metropolitana".

Per questo Nardella propone spostamenti "a piedi, in bici, con la sharing mobility ma non solo con le auto private che potranno avere al massimo 2/3 passeggeri". "Spingeremo a tutta forza sulle piste ciclabili, accelereremo all'uso delle bici elettriche e apriremo all'uso dei monopattini". Inoltre, "chiedo a Regione e Fs di rafforzare e rimodulare i treni regionali", "modificando radicalmente i piani".

Nardella sta pensando ad un "piano per fasi". "La prima da qui ad agosto con le scuole chiuse, la seconda da settembre a dicembre quando la mobilità tornerà sostenuta e la terza con il 2021 per andare a regime".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Firenze usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento