menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, le iniziative a Firenze

A livello nazionale calano tutti i reati ma resta l'emergenza su femminicidi e violenza contro le donne, il consiglio comunale ricorda Rossella Casini

In un Paese dove a livello nazionale tutti i reati sono in costante calo da anni, resta l'emergenza sicurezza relativa alle donne, per le tantissime violenze e femminicidi perpetrate dagli uomini nei loro confronti.

Domani, 25 novembre, è la ventesima Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, istituita dall'Onu. Saranno molte le iniziative in programma anche a Firenze.

Tra le altre cose, nella seduta pomeridiana del consiglio comunale, sarà ricordata Rossella Casini in un focus intitolato 'La violenza sulle donne nella cultura mafiosa. Rossella Casini e le Altre'.

"Un incontro di particolare importanza perché andremo a ricordare una giovane studentessa fiorentina, estranea alla cultura mafiosa, che fu vittima della 'Ndrangheta. Rossella Casini è divenuta un'icona della lotta alla malavita e ha scatenato un moto di ribellione in tante persone. Avremo una testimonianza importante direttamente da Palmi e renderemo omaggio ad una ragazza che dopo la morte è stata dimenticata per tanto tempo e sulla cui vicenda non è mai stata fatta pienamente chiarezza”, ha sottolineato il presidente del consiglio comunale Luca Milani.

Dopo i saluti del presidente Milani e della vice sindaca Cristina Giachi verrà proiettato un breve filmato su Rossella Casini realizzato di Emanuela Gasbarroni.

Interverranno il Prefetto di Firenze Laura Lega, l'assessora ai diritti e pari opportunità Sara Funaro, la presidente del Tribunale di Firenze Marilena Rizzo. Seguiranno gli interventi del referente provinciale del coordinamento provinciale dell'associazione Libera Giovanni Esposito, un parente di Rossella Casini, Sauro Ranfagni, il fondatore del Comitato Rossella Casini e membro del presidio di Libera di Palmi Enzo Infantino ed il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Firenze Giuseppe Creazzo.

"Negli ultimi 5 anni in Italia il numero di donne che hanno subito almeno una forma di violenza fisica o sessuale ammonta a 2 milioni 435 mila, l’11,3% delle donne dai 16 ai 70 anni (dati Istat), in media in Italia le vittime di femminicidio - cioè donne ammazzate dal partner o dall'ex partner - sono 120/150 all’anno", ha sottolineato in un recente consiglio comunale Laura Sparavigna (Pd), presidente della commissione lavoro e istruzione, in un intervento per chiedere che anche all'Università di Firenze, sul modello di Torino, venga aperto uno sportello anti violenza.

I numeri dei femminicidi in Toscana

Anche per quanto riguarda la Toscana quella perpetrata contro le donne è una vera e propria strage. Gli ultimi dati indicano che dal 2006 al 2017 in nella nostra Regione ci sono stati 108 femminicidi, donne ammazzate da uomini, partner o ex partner.

Femminicidi: nel 2018 aumentate le donne ammazzate

Nel 2018 il numero di femminicidi è aumentato in Italia. "Violenza di genere ancora in crescita nel 2018: sono state 142 le donne uccise (una in più dello scorso anno, ndr), 119 in famiglia (+6,3%). È quanto si legge nel rapporto Eures 2019 su 'Femminicidio e violenza di genere in Italia'. Nel rapporto si sottolinea che non si è mai registrata una percentuale così alta di vittime femminili. 'Gelosia e possesso' sono ancora il movente principale (32,8%). In aumento anche le denunce per violenza sessuale (+5,4%), stalking (+4,4%) e maltrattamenti in famiglia (+11,7% nel 2018 rispetto al 2017)", così si leggeva il 22 novembre scorso sul sito on line dell'agenzia Ansa.

Sempre l'Ansa riporta come "in percentuale, le vittime femminili raggiungono nel 2018 il valore più alto mai censito in Italia, attestandosi sul 40,3%, a fronte del 35,6% dell'anno precedente (29,8% la media del periodo 2000-2018). Sono invece 94 gli omicidi con vittime femminili censiti in Italia dall'Eures nei primi 10 mesi del 2019".

"Ad aumentare nel 2018 - scrive ancora l'Ansa -, sono soprattutto i femminicidi commessi in ambito familiare/'affettivo' (+6,3%, da 112 a 119), dove si consuma l'85,1% degli eventi con vittime femminili. Anche nel 2018 la percentuale più alta dei femminicidi familiari è commessa all'interno della coppia, con 78 vittime pari al 65,6% del totale (+16,4% rispetto alle 67 del 2017): in 59 casi (pari al 75,6%) si è trattato di coppie "unite" (46 tra coniugi o conviventi), mentre 19 vittime (il 24,4% di quelle familiari) sono state uccise da un ex partner".

Giornata contro la violenza sulle donne: le iniziative in città

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento