rotate-mobile
Cronaca

Piazza Libertà, Palazzo Vecchio chiederà i danni. Ma resta un fatto: città paralizzata per un tubo rotto

L'assessore Giorgetti a 'Repubblica': "Priorità era sicurezza, valutiamo come intervenire in fase contrattuale"

"Faremo valutazioni per capire come intervenire nella fase contrattuale". Così oggi, su Repubblica Firenze, l'assessore comunale al traffico Stefano Giorgetti. Tradotto dal politichese: proveremo a chiedere i danni. Perché quanto successo martedì pomeriggio, con la città interamente paralizzata, non sarà dimenticato facilmente, anche in vista delle elezioni della prossima primavera.

"Pensateci", scrivono sui social i tanti che hanno iniziato a sponsorizzare la campagna della destra verso Palazzo Vecchio. Di certo, la viabilità non ci ha fatto una bella figura: una città completamente paralizzata, praticamente in ogni sua diramazione.

Orario di punta

La scusante, è quella dell'orario: una macchinario di una delle ditte che lavorano ai cantieri per la tramvia ha frantumato un grosso tubo (anche qui, una domandina su come sia potuto accadere andrebbe posta) intorno alle 16:30. Poco dopo, orario di punta, con il rientro dal lavoro, ed è stato il caos, con persone rimaste ore nel traffico. Chi ha perso il treno, forse qualcuno pure un aereo, non lo sappiamo.

"Mi dispiace molto per quello che è successo. Anche io sono rimasto imbottigliato nel traffico, ma la priorità era la sicurezza", le parole di Giorgetti, che ha mobilitato in zona circa cinquanta agenti della polizia municipale, chiudendo tutti gli accessi a piazza della Libertà, con le suddette conseguenze sul traffico cittadino.

Il grande fischio

Perché la fuoriuscita di gas è stata impressionante. Il fischio si sentiva a centinaia di metri di distanza, fino a via Trento e Trieste e oltre. Chi passava in macchina pensava fosse la pioggia battente (altro fatto che non ha certo agevolato la situazione della viabilità), invece era il gas che fuoriusciva.

All'inizio di via Bolognese, aprendo le finestre, anche ai piani alti, arrivava nitida la puzza di gas, che ha continuato a fuoriuscire fino a oltre mezzanotte: per sette ore filate, forse anche di più. Toscana Energia ha tappato la falla ma, a quanto si apprende, servirà un altro intervento più strutturato.

Le decine di persone evacuate, residenti e gestori delle attività economiche della zona, si sono spaventate non poco. Ovvio che per le attività ci sono stati anche danni economici, sia per la chiusura anticipata che per la perdita dei clienti di una intera serata, oltre al danno per la merce deperibile. "Valutiamo anche noi come tutelarci", fanno sapere, sempre tramite Repubblica, dalla Rosticceria Galanti.

Ritardi sul cantiere?

Possibile, inoltre, che i nuovi interventi sulla tubatura causino qualche ritardo sul cantiere. Le opposizioni, ovviamente, sono scatenate. Le destre, compatte, chiedono le dimissioni di Giorgetti e, visto che ci sono, anche dell'assessore all'ambiente, Andrea Giorgio. "Una città paralizzata, oltre al blocco dei diesel Euro 5 fino al 2025, vecchi appena otto anni, dimettetevi", chiedono in una nota comune Fratelli d'Italia, Lega e Forza Italia.

"Inaccettabile quanto successo, un caos totale che si poteva evitare. È necessario ripensare la mobilità cittadina, creando protocolli da attuare in casi simili", dice invece il consigliere 5 Stelle Lorenzo Masi, che si dice comunque "pronto a lavorare insieme per scongiurare il ripetersi di simili situazioni".

Qualche domandina, come suddetto, sorge anche sulle ditte che effettuano i lavori. Il sistema di affidamento dei lavori, e quello degli appalti, funziona? Solo due settimane prima, un danno ad un altro tubo di gas era stato fatto in piazza San Marco, con ripercussioni molto minori solo perché successo all'interno della Ztl. Ma la vicinanza temporale dei due eventi è inquietante. Una cosa è certa, il caso di martedì rimarrà in testa a molti. Fino a giugno?

Continua a leggere su Firenzetoday

Il grande fischio, sembra pioggia ma è il gas che esce / FOTO - VIDEO

Fuga di gas in Piazza della Libertà: le riparazioni nella notte

Fuga di gas in Piazza della Libertà

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Libertà, Palazzo Vecchio chiederà i danni. Ma resta un fatto: città paralizzata per un tubo rotto

FirenzeToday è in caricamento