La finestra murata di Palazzo Pucci

Palazzo Pucci

Vi è mai capitato di notare la finestra murata che si trova in via de' Pucci, precisamente all'angolo con via dei Servi? Sebbene non si tratti certo di un elemento inusuale, dietro agli infissi ormai coperti si nasconde un pezzo di storia della città di Firenze. Correva il 1559, anno più, anno meno. La famiglia Pucci, grazie ad un'alleanza di vecchia data con quella medicea, era divenuta una delle più ricche e influenti della città. Il loro sontuoso palazzo, che ancora oggi porta il suo nome, occupa quasi un intero isolato tra le centralissime via Ricasoli e dei Servi. 

La fortuna della casata finì quando Pandolfo de' Pucci venne allontanato dalla Corte di Cosimo I per via della sua condotta immorale. Figlio del Cardinale Roberto Pucci, si racconta che il giovane dissoluto si sentì talmente oltraggiato da ordire una congiura ai danni del futuro Granduca di Toscana. Pandolfo organizzò così un attentato contro Cosimo I, incaricando due sicari di ucciderlo con un archibugio proprio dalla finestra d'angolo del palazzo Pucci, davanti alla quale il duca mediceo passava regolarmente per recarsi a messa nella Basilica della Santissima Annunziata. Ma come era accaduto nella celebre Congiura dei Pazzi nel 1478, anche stavolta il tentativo di stroncare l'egemonia medicea non andò a buon fine: il complotto venne svelato prima ancora che i congiurati potessero metterlo in atto. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Era ormai il 1560 e la giustizia seguì il suo corso. Pandolfo de' Pucci venne impiccato a una delle finestre del Bargello, mentre i suoi complici furono decapitati. Cosimo decise però di impartire un altro ordine, in ricordo del suo mancato attentato: fece murare la finestra del palazzo de' Pucci, che così è rimasta. Da allora infatti nessuno ha più osato riaprire l'antica finestra, dalla quale i tiratori scelti avrebbero potuto cambiare per sempre le sorti della città. Una decisione dettata forse dalla scaramanzia e dalla superstizione, ma che certo rappresenta ancora oggi un forte monito contro chi osa sfidare il potere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le espressioni che solo un vero fiorentino riesce a capire

  • 10 modi di dire fiorentini che dovresti conoscere

  • 15 Ghost-Town della Toscana che dovreste visitare

  • I veri nomi fiorentini e toscani

  • La vera ricetta della cecina

  • Come cucinare il lampredotto alla fiorentina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento