rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Cronaca

Scuola, gli effetti del rumore sugli alunni: "Causa di stress e danni all’apprendimento”

Durante un seminario dell’Ordine degli Ingegneri di Firenze, l'Università di Firenze e la Scuola di Specializzazione in Medicina del Lavoro, presentata una ricerca su nove scuole di Firenze, Perugia e Roma

Sono stati illustrati oggi a Firenze, al The Student Hotel in viale Spartaco Lavagnini, i risultati del progetto "Bric Inail 2019 ID 14", che ha analizzato gli effetti extra uditivi da esposizione al rumore in ambito scolastico. Il seminario è stato organizzato dall'Ordine degli Ingegneri della provincia di Firenze e l'Università degli Studi di Firenze, Scuola di Specializzazione in Medicina del Lavoro. 

Il progetto Bric Inail 2019 ID 14 ha condotto delle valutazioni sia oggettive che soggettive, quindi sia con strumentazione fonometrica che con la sola percezione umana, circa il clima acustico e dell'annoyance (il fastidio mentale) causato dagli elevati livelli di rumore a cui sono sottoposti docenti e studenti. Insegnanti e allievi hanno risposto a diversi questionari sulla loro percezione acustica nelle classi e negli altri ambienti della didattica. 
La ricerca si è focalizzata su nove scuole, tre dell'infanzia, tre scuole primarie e tre secondarie, a Firenze, Perugia e Roma, selezionate con criteri di massima rappresentatività dell’universo nazionale dell’edilizia scolastica. Sono stati coinvolti insegnanti di varie materie e studenti con età dai 3 ai 18 anni. 

Dai casi analizzati è stato rilevato che spesso le attività didattiche si svolgono in aule con proprietà acustiche non adeguate, in cui il rumore di fondo è elevato e presenta caratteristiche spettrali sfavorevoli che rendono difficile la comprensibilità del parlato. Il “discomfort” percepito dovuto alla presenza di rumore incide in maniera significativa sulla performance educativa sul comportamento degli allievi nelle scuole dell’infanzia, così come nelle scuole primarie e secondarie e sulle azioni degli insegnanti messe in atto per moderare le intemperanze tipiche dell’età. Da un punto di vista scientifico è stato dimostrato da anni che la presenza di rumore a scuola, al pari degli ambienti di lavoro, può essere una fonte di patologie all'apparato uditivo, oltre che provocare condizioni di stress e di malessere. 

"Nella normativa italiana sulla sicurezza e l’igiene dei luoghi di lavoro c'è un vuoto che sarebbe invece importante colmare, quello della valutazione dei rischi extra uditivi - spiega Sergio Luzzi, coordinatore delle commissioni dell’Ordine degli Ingegneri di Firenze - Gli ambienti scolastici hanno specifiche criticità circa il rumore occupazionale e necessitano sicuramente di una corretta e precisa progettazione edile e architettonica. L'aspetto acustico è sempre una questione sanitaria e assume in questo ambito anche un valore educativo, per permettere una migliore attività didattica".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, gli effetti del rumore sugli alunni: "Causa di stress e danni all’apprendimento”

FirenzeToday è in caricamento