Sesto Fiorentino, fermato con attrezzi da giardino: a casa una serra di marijuana

E'stato denunciato dalla guardia di finanza

Foto d'archivio

Nei giorni scorsi i militari della guardia di finanza hanno scoperto una serra domestica per la produzione di cannabis presso l’abitazione di un 50enne italiano, originario di Campi Bisenzio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il tutto è partito da un semplice controllo di routine sull'auto condotta dall'uomo, fermato a Sesto Fiorentino. Sulla vettura sono stati trovati una busta e del materiale da giardinaggio (tubo flessibile ed estrattore d’aria), attrezzi spesso utilizzati per la coltivazione 'fai da te' di canapa. E' scattata quindi la perquisizione nell'abitazione dell'uomo: qui sono stati trovati 140 grammi di marijuana, oltre ad una confezione di semi di canapa, una serra artigianale in legno e polistirolo dotata di ventilatore, due lampade a led e un aspiratore. L'uomo, incensurato, è stato denunciato a piede libero per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti.

Droga nel controsoffitto

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le espressioni che solo un vero fiorentino riesce a capire

  • 10 modi di dire fiorentini che dovresti conoscere

  • 15 Ghost-Town della Toscana che dovreste visitare

  • I veri nomi fiorentini e toscani

  • La vera ricetta della cecina

  • Come cucinare il lampredotto alla fiorentina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento