Crisi Coronavirus, le discoteche scendono in piazza: "Riaprire o moriamo"

Barman e dj 'manifestano' in piazza Strozzi per chiedere una soluzione al problema. Migliaia di posti di lavoro a rischio. Nicola Cecchi (FdI): "Un comparto che dà lavoro a 8mila toscani è prioritario"

Foto da FB - Stefano Cartocci

Il popolo della notte è sceso in piazza, ieri pomeriggio, per chiedere al governo di poter tornare a lavorare. E avere certezze, soprattutto, sul quando: una data, una scadenza, un orizzonte temporale per riaprire.

Barman, ristoratori e dj si sono dati appuntamento in piazza Strozzi, sotto lo slogan "Uniti per vivere". Un messaggio rivolto al governo dopo l'ultimo stop alle discoteche per il rischio di contagi da Covid-19.

Sul palco allestito in piazza è salito il dj Agostino Presta, noto come dj Ago, insieme ai rappresentanti dei locali chiusi e ai dipendenti.

"Ci hanno fatto aprire e richiudere i locali lasciandoci a noi stessi - ha tuonato Dj Ago - Molti di noi perderanno il lavoro, altri saranno costretti a chiudere l'attività su cui avevano investito un'intera vita".

A imporre l'ultimo stop alle discoteche, l'ordinanza di metà agosto del ministro della Salute Roberto Speranza, emanata in un momento in cui si è assistito a un progressivo aumento dei contagi in tutta Italia.

Subito dopo, il sindacato italiano locali da ballo ha impugnato l'ordinanza davanti al Tar che, però, l'ha respinta. Risultato: i locali da ballo e intrattenimento sono ancora chiusi.

"E’ superficiale e sbrigativo considerare le discoteche un settore non importante e quindi da non considerare nelle priorità - afferma Nicola Cecchi, candidato alle elezioni regionali nel collegio 1 Firenze per Fratelli d'Italia - In toscana è un comparto che dà lavoro a 8mila persone, di cui 2 mila solo a Firenze".

"Non sono solo DJ o buttafuori ma camerieri, barman, tecnici audio e luci, società di servizi, fotografi - aggiunge Cecchi -. Tutta gente che lavora per far divertire i nostri figli in condizioni di sicurezza, perché qualunque mamma o babbo sta più tranquillo se il proprio figlio è in un locale sorvegliato e protetto piuttosto che a strasciconi per la città".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non parlo per sentito dire: anni fa sono stato socio della discoteca più cool di Firenze, il Villa Kasar - conclude il candidato Fdi - Conosco il sacrificio, il lavoro, la preparazione e la professionalità che occorrono per aprire e gestire locali con queste caratteristiche e per questo sono particolarmente vicino a Agostino Presta, che peraltro lavorava proprio al Villa Kasar all’epoca".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 14 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Sesto Fiorentino: scivola in bagno e batte la testa, muore 12enne

  • Crisi Coronavirus, la Cgil: "Hotel Villa La Vedetta chiude, 15 dipendenti a casa"

  • Lavoro: posto fisso in Comune, concorso a Empoli

  • Caso positivo di Covid alla Dino Compagni

  • Enoteca Pinchiorri: l'asta delle bottiglie ha fruttato più di 3 milioni di euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento