menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Licenziamenti Bekaert: boicottaggio ed eventi, le tute blu non mollano

La Fiom guida la resistenza: "Nel periodo di chiusura la fabbrica sarà il centro di Figline"

"Boicottiamo i prodotti Bekaert". La proposta arriva dalla Fiom, al termine dell'assemblea con i 318 lavoratori della ditta di Figline, tutti a rischio licenziamento visto che l'azienda è intenzionata a delocalizzare lo stabilimento in Romania. "Bekaert è un'azienda guidata da bugiardi", tuona Daniele Calosi, segretario della Fiom di Firenze, all'indomani dell'incontro tra sindacati, istituzioni e proprietà al ministero per lo Sviluppo economico.

"Il mondo - continua - non gira per la logica del profitto, ma grazie a persone oneste che si impegnano per svolgere al meglio il loro lavoro. Lo dimostreremo, lo stiamo già facendo e insieme alle istituzioni insisteremo per ottenere il ritiro della procedura di licenziamento". I lavoratori e il sindacato, poi, hanno buttato giù una serie di proposte che andranno a scandire, mensilmente, la protesta.

E' intenzione della Fiom e delle tute blu, infatti, organizzare a luglio una manifestazione di fronte alla sede belga di Bekaert. Ad agosto inoltre, quando lo stabilimento chiuderà per le 2 settimane di ferie, "vorremmo rendere l'ingresso della fabbrica il centro della città, facendolo vivere con eventi e manifestazioni". E a settembre, promettono, "ci porteranno via con la forza pubblica, perché noi rimarremo insieme. Intendiamo lavorare il periodo di preavviso". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento