rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca Le Cascine / Via Circondaria

Tav, la Regione: "Entro aprile riprendono i lavori alla stazione Foster"

Giani: "Opera fondamentale". A seguire lo scavo di 7,5 chilometri tra Campo Marte e Castello

"E' previsto che riprendano entro il mese di aprile" i lavori per nodo fiorentino dell'alta velocità, che comprendono la stazione Foster e il sottoattraversamento da Campo di Marte a Castello, per circa 7,5 chilometri sotto la città. A riportarlo è una nota della Regione Toscana dopo l'incontro di ieri a Roma fra il presidente Eugenio Giani e l'amministratrice delegata di Rete ferroviaria italiana Vera Fiorani.

Inizialmente, si spiega, riprenderanno i lavori nell'area della stazione Foster di via Circondaria, dove secondo gli ultimi progetti dovrebbe nascere anche una stazione di arrivo e interscambio per i pullman turistici, extraurbani ed extra regionali.

In un secondo momento la 'talpa', ferma da tempo a Campo di Marte, dovrebbe iniziare a scavare il tunnel in direzione Castello.

"Si tratta - ribadisce al termine del vertice il presidente Giani -, di un'opera che giudichiamo fondamentale, in primo luogo per ancorare maggiormente Firenze all'asse nord sud delle linee ad alta velocità e poi per liberare dai treni veloci i binari della stazione di Santa Maria Novella, così da renderli disponibili per i treni pendolari e regionali, migliorando regolarità e puntualità e creando i presupposti per ulteriori potenziamenti del servizio".

Tav, c'è la prescrizione: stop a inchiesta su talpa e rivestimenti

Nelle prossime settimane dovrebbe essere reso noto il calendario dei lavori. L'opera include il coinvolgimento del comune di Cavriglia (nell'Aretino) per l'uso delle terre di scavo, mentre il 'people mover' immaginato tra la futura stazione Foster e quella di Santa Maria Novella, molto più centrale, "potrebbe avere i requisiti per ottenere i finanziamenti del Recovery fund", si spiega dalla Regione.

Giani chiede che tale possibilità sia valutata anche per il raddoppio della ferrovia fra Lucca e Viareggio. Nel corso dell'incontro, si legge ancora, sono stati affrontati anche i nodi legati al raddoppio della rete fra Pistoia e Lucca e alle procedure per l'elettrificazione della Firenze-Siena tra il capoluogo e Granaiolo.

"E' stato un incontro estremamente positivo perché è emersa- conclude Giani -, la volontà di Rfi di operare secondo gli obiettivi previsti dall'accordo quadro attualmente in vigore e che verrà rinnovato l'anno prossimo". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tav, la Regione: "Entro aprile riprendono i lavori alla stazione Foster"

FirenzeToday è in caricamento