Nasce il 'Fantastadio', il primo campionato italiano del tifo: "Firenze c'è!"

Il comunicato: "Ogni anno sarà assegnato lo 'scudetto del tifo'"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FirenzeToday

Comunicato stampa dell'ideatore Nosia Boronali: "Anche la nostra Città partecipa al Campionato Italiano del Tifo. Non poteva nascere che in questo periodo di quarantena il primo FANTASTADIO D’ITALIA.

Il Campionato Italiano del Tifo assegna ogni anno lo scudetto del tifo (E scudetto).

È una competizione tra tifosi basata sulle recensioni dove vincono lo scudetto: la squadra più amata e il tifoso più originale.

Nel nostro Fantastadio le curve si riempiono di tifosi di tutti i colori, tutti assieme, attraverso i voti e gli striscioni, diventano recensioni. Tutti possono partecipare. Come? Basta scegliere la squadra da votare sul sito: campionatoitalianodellapasta.it/escudetto

L’iniziativa è sostenuta dal più famoso Campionato della Pasta ideato da alcuni food blogger, perché pasta e calcio, sono due delle più grandi passioni degli italiani.

Se manca la propria squadra del cuore, si può inserire (non importa la serie purché militi nel calcio professionistico, inviando una mail a info@escudetto.it).

Una volta scelta la squadra, basterà cliccare sulla bandiera, li si aprirà un form “Invia Commento” a quel punto, basterà scrivere il nome della squadra e commentare in modo originale partecipando così anche allo scudetto del tifoso. – Facebook (Campionato Italiano del Tifo).

Tutti i commenti sono ovviamente moderati. Il nostro fine è quello di unirci al di la delle bandiere nella passione più bella: il calcio".

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento