rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Economia Rovezzano / Via di Rocca Tedalda

Sfera Italia, dipendenti senza stipendio da mesi: sciopero a oltranza e presidio ai cancelli

L'azienda è un panificio che rifornisce la grande distribuzione, da Esselunga a Penny Market. I Si Cobas: “Subito un piano di rientro”

Dipendenti senza stipendio dal dicembre scorso, oltre a non aver ricevuto tredicesime e quattordicesime del 2021 e del 2020. Lo denunciano i lavoratori della 'Sfera Italia', panificio industriale che produce pane, schiacciate, dolci e rifornisce la grande distribuzione come Esselunga, Penny Market, Eurospin.

I lavoratori, assistiti dal sindacato Si Cobas, sono ormai in sciopero ad oltranza dal 19 aprile, ma la situazione non sembra cambiare. Questa mattina si sono ritrovati in presidio di fronte ai cancelli dell'azienda, in via Rocca Tedalda.

“Chiediamo un piano di rientro. Vogliamo sapere in che tempi i lavoratori saranno pagati. E' il minimo per interrompere lo sciopero, ma dall'azienda non arriva alcuna risposta”, dice Sarah Caudiero del Si Cobas. In totale i lavoratori coinvolti sono una quindicina. Di questi tredici, quasi tutti pakistani, oltre ad un egiziano e un italiano, sono in sciopero.

“L'azienda non è in crisi, riceve commesse importanti e il lavoro non manca. E' inaccettabile che i lavoratori non siano pagati”, prosegue Caudiero. L'arretrato da ricevere, per ogni lavoratore, ammonta a cifre che variano tra i 5mila e i quasi 10mila euro.

Poi c'è il caso di Claudio, 63enne che ha una storia lavorativa più lunga. “Prima lavoravo tramite una cooperativa in appalto. Anche per quel periodo non sono stato pagato e ora devo avere in tutto 30mila euro”, spiega l'uomo.

L'azienda, che al momento non è stato possibile contattare, secondo quanto denuncia il sindacato starebbe anche cercando di sostituire i lavoratori in sciopero. “Oggi è venuta una persona a fare un colloquio di lavoro, gli sconsigliamo vivamente questo impiego”, prosegue Caudiero.

Alcuni lavoratori ora penserebbero a risolvere il contratto per 'giusta causa', così da non perdere i diritti acquisiti. “Nel frattempo dall'azienda arrivano ritorsioni. Alcuni lavoratori vivono in affitto in immobili della stessa Sfera Italia, che ora intima loro di andarsene”, spiega la sindacalista.

Di fronte al presidio spunta anche il titolare di una ditta di costruzioni, Fatos Dyrma della Costruzioni Edil Jk Srls, che denuncia fatti altrettanto gravi. “Nel 2021 abbiamo fatto lavori di ristrutturazione nei capannoni per oltre 50mila euro, ma anche noi non siamo stati pagati”, racconta l'uomo, arrivato con due operai che senza quei soldi non riesce pagare. Dall'azienda per ora nessuna risposta.

Licenziati via WhatsApp perché non lavorano a Pasquetta: azienda sospesa

Presidio lavoratori Sfera Italia 2-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfera Italia, dipendenti senza stipendio da mesi: sciopero a oltranza e presidio ai cancelli

FirenzeToday è in caricamento