Cronaca

Vaccini, giovane colpito da trombosi dopo il Pfizer: “Nessuna correlazione, la causa è genetica”

Il 17enne era stato ricoverato 4 giorni dopo essersi sottoposto alla seconda dose del siero anti-Covid

Sta meglio il ragazzo di 17 anni ricoverato nei giorni scorsi all’ospedale Meyer per una trombosi dopo aver ricevuto la seconda dose del vaccino Pfizer.

Le accurate analisi dei medici dell’ospedale hanno escluso ogni correlazione tra il vaccino somministrato e la trombosi. Il giovane era stato ricoverato 4 giorni dopo essersi sottoposto alla seconda dose del siero anti-Covid.

Covid-19: trombosi da vaccino, pubblicato primo studio italiano. E' realizzato a Careggi

“E’ stata individuata una causa genetica che spiega l’insorgenza della patologia ed esclude quindi la correlazione con il vaccino” spiega una nota dell’ospedale pedaitrico fiorentino.

Esclusa dunque ogni correlazione tra i due eventi. Il giovane diciassettenne adesso sta bene e nei prossim giorni sarà dimesso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, giovane colpito da trombosi dopo il Pfizer: “Nessuna correlazione, la causa è genetica”

FirenzeToday è in caricamento