Terremoto: Barberino riapre le scuole e riduce la "zona rossa"

Accessibile un tratto di corso Corsini. Il paese si rialza

Il Comune di Barberino di Mugello ha emesso un'ordinanza per una riduzione della "zona rossa". Il provvedimento consente la riapertura di un tratto di corso Bartolomeo Corsini, la via principale del centro con abitazioni civili e attività economiche.

Confermato il provvedimento di "zona rossa", invece, per la restante parte del centro, dove si trova anche la chiesa di San Silvestro lesionata dal sisma di lunedì scorso. 

Intanto, il Comune ha confermato che lunedì 16 dicembre riapriranno tutte le scuole di ogni ordine e grado di tutto il territorio comunale, sia pubbliche che private, compresi gli asili nido: riprenderanno la loro normale attività. 

Confermati i servizi di mensa e trasporto. Per quest'ultimo saranno necessarie delle modifiche relative alle fermate che verranno comunicate in giornata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto, i Vigili del Fuoco confermano che, dai loro accertamenti, risultano non immediatamente agibili circa il 20% degli edifici, mentre il numero delle persone che hanno dormito nella palestra e presso l’autodromo del Mugello è sceso a 104 (dai 473 iniziali).

Si è pertanto concordemente deciso di sospendere la convocazione giornaliera del Centro coordinamento soccorsi, fermo restando il continuo interscambio di informazioni e di aggiornamenti tra le varie sale operative di protezione civile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le espressioni che solo un vero fiorentino riesce a capire

  • 10 modi di dire fiorentini che dovresti conoscere

  • 15 Ghost-Town della Toscana che dovreste visitare

  • I veri nomi fiorentini e toscani

  • La vera ricetta della cecina

  • Come cucinare il lampredotto alla fiorentina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento