menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sgombero di immobile occupato: traffico bloccato a Novoli / FOTO

Chiusa temporaneamente via Baracca. Nono sgombero in un anno

Questa mattina sgombero nella zona Novoli. Le forze dell'ordine, intervenute con polizia di Stato, carabinieri e polizia municipale hanno provveduto a liberare una porzione occupata di una palazzina in via Carissimi, perpendicolare di via Baracca. 

Otto gli appartamenti occupati all'interno del condominio che sono stati sgomberati. Durante le operazioni è stata necessaria la chiusura sia di via Carissimi sia di un tratto di via Baracca, blocchi che hanno comportato alcune ripercussioni sulla viabilità. Sul posto anche un'ambulanza e i servizi sociali del Comune. Al momento dell’intervento erano presenti, all’interno degli appartamenti, circa quarantacinque persone, delle quali diciassette, tra minori e accompagnatori, assistite dal Comune e dai Servizi sanitari.

Non si sono registrati particolari momenti di tensione. Si tratta del nono sgombero eseguito in città da un anno a questa parte. L’operazione si inserisce in un percorso straordinario voluto dal prefetto Laura Lega, secondo le direttive del Ministero dell’Interno, per il ripristino della legalità sul territorio provinciale. L’immobile era sottoposto a provvedimento di sequestro preventivo dell’Autorità Giudiziaria. “Desidero esprimere il mio ringraziamento alle forze di polizia - ha  dichiarato il Prefetto - per l’operazione portata a compimento quest’oggi, che si è svolta senza turbative dell’ordine e della sicurezza pubblica”. “Ringrazio anche il Comune di Firenze - ha aggiunto Lega - per la fattiva collaborazione, che ha ancora una volta permesso di restituire gli immobili ai legittimi proprietari, salvaguardando al tempo stesso le situazioni di fragilità sociale”. 

L'IMMOBILE 

La proprietà dell'immobile sgomberato è di una banca ed era stato occupato otto anni fa dal Movimento di Lotta per la casa di Firenze perché non utilizzato. In tarda mattinata è arrivata una nota del Comitato inquilini: "Nel corso di questi anni più volte le famiglie si sono rivolte alla Banca per chiedere di aprire una trattativa per affitti calmierati. Ma da parte del Monte dei Paschi, sempre pronto a chiedere miliardi di soldi pubblici per i suoi salvataggi, non c'è mai stata nessuna risposta né disponibilità".  

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Firenze usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento