Famiglia sotto sfratto, tensione in via del Pellegrino: “Faccio esplodere la casa” / FOTO - VIDEO

La coppia è senza lavoro, con 2 figlie. Il Movimento per la casa per protesta blocca via Bolognese

Alta tensione oggi, giovedì 14 settembre, in via del Pellegrino, poco distante da piazza della Libertà: numerosi agenti di polizia si sono recati sul posto per eseguire lo sfratto di una famiglia, composto da una coppia sui 50 anni con due figlie, entrambe maggiorenni.

La strada è bloccata da questa mattina, poco dopo le 9. “Non sappiamo dove andare, dateci qualche altro mese di tempo”, gridano dalla finestra i componenti della famiglia sotto sfratto.

E' almeno la terza volta che le forze dell'ordine si presentano sul posto per dare esecuzione materiale allo sfratto. Sul posto sono arrivati anche i vigili del fuoco con un piede di porco per forzare la porta dell'abitazione. La paura della famiglia è di ritrovarsi in mezzo alla strada: “Andremmo via da questa casa, che cade a pezzi, ma non sappiamo dove andare”.

Momenti di tensione tra polizia e aderenti al Movimento di lotta per la casa, giunto in solidarietà con la famiglia sotto sfratto: è volata qualche spinta da parte della polizia nei loro confronti. Dall'altra parte, non sono mancati pesanti insulti nei confronti delle forze dell'ordine.

VIDEO - Tensione tra polizia e Movimento per la casa, volano spinte

Nella famiglia sotto sfratto sono rimasti senza lavoro sia la donna, che lavorava saltuariamente in alcuni ristoranti, che l'uomo, dopo il fallimento della sua ditta per la consegna della posta. La donna, dietro le inferriate della finestra, è arrivata a brandire un coltello e minacciare di tagliarsi le vene, oltre a minacciare di fare saltare in aria l'appartamento con il gas. E' da diversi anni che, per impossibilità economica, la coppia ha smesso di pagare l'affitto.

“La casa è in condizioni fatiscenti ma la proprietà chiede 900 euro al mese. E la stessa proprietà ha altri 3 appartamenti che tiene vuoti all'interno del palazzo. E' un'indecenza - denuncia il Movimento per la Casa -. In città l'emergenza abitativa è sempre più forte e il Comune come risposta ha tagliato l'accoglienza agli sfrattati".

La situazione è proseguita nel pomeriggio, quando a sostegno della protesta del Movimento che protestava contro lo sfratto sono arrivati alcuni rifugiati dell'occupazione di via Spaventa, poco distante. Sono poi sopraggiunte anche unità dei carabinieri. Intorno alle 15 i manifestanti hanno bloccato in entrambi sensi di marcia via Bolognese, sedendosi sulla carreggiata e impedendo il transito. La protesta è durata alcuni minuti, con la formazione di lunghe code. Poi i manifestanti hanno liberato la strada.

Alla fine della giornata, intorno alle 19, il fabbro chiamato dalle forze dell'ordine ha aperto la porta di ingresso. All'interno vi erano la coppia e una delle figlie: i tre hanno iniziato a lanciare oggetti, tra cui un coltello, verso gli agenti, tre dei quali sono rimasti feriti. I tre inquilini sono stati arrestati per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni e quindi portati in questura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formaggio e uova richiamati per rischio contaminazione

  • Lavaggi in lavatrice senza sapone con le "sfere magiche": ecco la novità | FOTO

  • Incidente in via Nardi: scooter travolto da auto, 22enne gravissima

  • Best Bakery, la migliore pasticceria di Firenze è "Tuttobene"

  • Panico in Autogrill: sospetto Coronavirus per una donna cinese

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

Torna su
FirenzeToday è in caricamento