rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Tav: acque versate nelle fognature, sequestrati nove scarichi

La procura di Firenze ha disposto il sequestro di nove scarichi su tre cantieri dell'Alta Velocità. Si ipotizza lo smaltimento di acque reflue industriali senza autorizzazione

La procura di Firenze ha disposto il sequestro di nove scarichi su tre cantieri della Tav: Campo di Marte, Rifredi e via Circondaria. La magistratura ha ipotizzato che senza autorizzazione siano state smaltite acque di scarico industriali dentro le fognature pubbliche. Quattro gli indagati, responsabili a vari livelli delle società che svolgono i lavori. Gli investigatori spiegano che non è stato dato un "ordine di interruzione dei lavori", ma che è stato imposto alle ditte di non utilizzare le fogne pubbliche per lo scarico delle acque industriali. Nei prossimi giorni, gli operatori del corpo forestale verificheranno il rispetto delle prescrizioni. Il sequestro è scattato in seguito "agli esiti degli accertamenti condotti da Arpat - spiega una nota - nel corso delle attività di controllo dei mesi scorsi. Tutte le operazioni, che si sono svolte avendo cura di salvaguardare la sicurezza idraulica degli impianti e dei cantieri, hanno trovato la completa collaborazione dei responsabili di cantiere e delle maestranze".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tav: acque versate nelle fognature, sequestrati nove scarichi

FirenzeToday è in caricamento