rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Sciopero generale: a rischio trasporti, scuole e servizi pubblici

Protesta per l'intera giornata venerdì 25 ottobre

Venerdì 25 ottobre 2019 anche a Firenze sarà sciopero, in occasione dello sciopero generale nazionale di 24 ore che riguarda tutti i settori pubblici e privati. L'agitazione è stata indetta dal sindacalismo di base e proclamata da Cub, Usi, Sgb, Sicobas.

Saranno comunque garantiti i servizi minimi essenziali nei settori previsti, in particolare nella Scuola, nella Sanità, nei Trasporti.

Per quanto riguarda i trasporti in Toscana saranno interessate le Ferrovie, il trasporto aereo, e alcune aziende di trasporto pubblico locale: Ataf, Autolinee Toscane, CTT nord. Le fasce garantire per i pendolari, diverse per le varie aziende, saranno rispettate.

Lo sciopero generale nazionale di 24 ore è organizzato, si legge nel comunicato che annuncia la protesta "contro la politica economica e sul lavoro anche degli ultimi Governi, per un equo regime pensionistico, per la pace contro i rapporti commerciali con la Turchia, per la difesa dell'ambiente e dei territori, contro disoccupazione, sfruttamento e precariato".

In occasione dello sciopero a Firenze sarà organizzato un presidio in Piazza Dalmazia alle ore 9.15 fino alle ore 12, con assemblea pubblica e discussione aperta. Non è previsto blocco del traffico, ma l'afflusso di scioperanti potrà causare rallentamenti.

Lo sciopero dei treni

Lo sciopero del trasporto aereo

Autobus e tramvia 

LE MOTIVAZIONI DELLO SCIOPERO:

1 Salario - Aumento dei salari, delle pensioni e salario medio garantito.
2 Fisco – Riduzione delle aliquote fiscali su salari e pensioni. Recupero della evasione fiscale e
istituzione della patrimoniale.
3 Orario di lavoro - Ridurre l’orario settimanale di lavoro a parità di salario. Superamento del Jobs
Act e dei contratti precari.
4 Investimenti pubblici - Piano nazionale di risanamento e difesa dell’ambiente e del territorio.
5 Welfare - Pensione a 60 anni o con 35 anni di contributi.
6 Rappresentanza nei luoghi di lavoro e diritto di sciopero - Contro l’accordo truffa del
10 gennaio 2014 e per la libertà di sciopero. Rappresentanza sindacale con elezioni libere, democratiche,
contro i decreti 1 e 2 di Salvini.
7 Diritti Universali – Diritto alla salute, all’abitare, alla scuola, alla mobilità pubblica e alla sicurezza
sul lavoro.
8 Pace – Contro le guerre interne ed esterne, nonchè contro le spese militari.
9 Lotta alle disuguaglianze - Abolire le disuguaglianze salariali, sociali, economiche, di genere e
quelle nei confronti degli immigrati.
10 Immigrati - Regolarizzazione di tutti gli immigrati, Ius soli, no ai respingimenti, chiusura CPR

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero generale: a rischio trasporti, scuole e servizi pubblici

FirenzeToday è in caricamento