Cronaca Pitti / Piazza Santo Spirito

Santo Spirito, sul sagrato della basilica 12 serate all'insegna di musica e teatro

La mossa di Palazzo Vecchio dopo le aspre polemiche sulla 'recinzione' del sagrato, Sacchi: "Un modo per far vivere questo luogo nel modo più corretto e riempirlo di contenuti culturali"

Musica, danza e teatro sul sagrato di Santo Spirito. Per i mesi di luglio e agosto, ogni venerdì e sabato, ci saranno spettacoli a cura dell’associazione culturale Bang, all’interno del cartellone dell’Estate Fiorentina. Così ha deciso Palazzo Vecchio, dopo gli scontri e le polemiche furibone sulla 'recinzione' del sagrato, divenuta off limits con l'intento di scoraggiare comportamenti molesti.

Il programma prevede 12 serate, ogni venerdì e sabato, dal prossimo fine settimana. Gli spettacoli dureranno dalle 21 alle 23.

Gli eventi in programma sul sagrato della basilica di piazza Santo Spirito

In programma ci sono:

Peppe Voltarelli con un evento a metà tra teatro e musica;

il teatro del Cantiere Obraz;

musica del centro America con  Contra Banda;

teatro e musica con Gianmaria  Vassallo;

Gaia Nanni con un evento teatrale;

il Fil Rouge Quintet con sonorità dalla Francia al Maghreb e Oriente;

suoni dal mediterraneo e dal sudAmerica con Taharma;

il Malibra Trio con musica africana;

i Whisky Trail con canzoni tradizionali celtiche ed irlandesi;

Cubania Y Tradicion in una serata dedicata alla musica cubana tradizionale;

sonorità balcaniche con la Baro Drom Orkestar;

Boa Viagem con la musica brasiliana.

Per assistere agli spettacoli saranno predisposte apposite sedute sul sagrato.

Tra le iniziative di prossima organizzazione, prevista per il 7 settembre la presentazione del libro “Lo shock di Firenze. La vera pandemia di una città e 4 «vaccini» + 1 per affrontarla” di Marcello Mancini, Stefano Fabbri, Franco Camarlinghi, Massimo T. Mazza e Leonardo Tozzi.

“Un modo - sottolinea l’assessore alla cultura Tommaso Sacchi - per far vivere questo luogo nel modo più corretto e per riempirlo di contenuti culturali. La cultura è la giusta ricetta. Ritengo fondamentale l’interlocuzione con l’associazionismo, di tutta la città e dell’Oltrarno in questo caso. Cultura e dialogo, i pilastri della strada che vogliamo percorrere per far vivere questa parte di città. Siamo davvero contenti di aver messo a punto questo progetto e che il sagrato di Santo Spirito si vada a aggiungere tra i luoghi dell’estate fiorentina”.

“Abbiamo deciso di coinvolgere artisti che hanno già un legame con la piazza o che vivono e frequentano l’Oltrarno, pensiamo a Peppe Voltarelli, o ancora all’associazione Cantiere Obraz, la cui sede si trova proprio in Oltrarno, e poi un erede della tradizione popolare come Gianmaria Vassallo e ancora Gaia Nanni attrice pluripremiata dotata di una grande vena di ironia che incarna lo spirito più autentico della fiorentinità, fino a un progetto folk arcinoto come gli Whisky Trail e molte altre realtà protagoniste della scena culturale cittadina. Non escludiamo - aggiunge Sacchi -, di implementare questo calendario con altre proposte e vogliamo proseguire con attività culturali volte a animare il sagrato anche successivamente”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santo Spirito, sul sagrato della basilica 12 serate all'insegna di musica e teatro

FirenzeToday è in caricamento