Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Biblioteche: riapertura a metà luglio e proroga dell’appalto

L’assessore Sacchi: “Al lavoro per garantire posti di lavoro e un servizio essenziale per i cittadini”. Esultano i "biblioprecari"

Una delle proteste dei biblioprecari

Tra poche settimane riapriranno i battenti tutte le biblioteche cittadine. A metà luglio l'offerta dovrebbe quindi essere tornata ai livelli pre Covid dopo che nella fase 2 si era potuto garantire solo una biblioteca per quartiere. Con la nuova riapertura sarà inoltre riattivato il contratto dei lavoratori in appalto - i "biblioprecari" che nelle ultime settimane aveva manifestato perché rimasti senza lavoro - ed è già stata data disposizione di far slittare il termine dello stesso, previsto per il 30 giugno, per un periodo corrispondente alle settimane di sospensione totale dei servizi bibliotecari.

“Siamo al lavoro – dichiara l’assessore alla cultura Tommaso Sacchi – per tornare a dare ai cittadini un servizio bibliotecario come quello precedente la pandemia, con tutte le misure di sicurezza necessarie. Il Comune sta mettendo da parte le risorse adeguate per poter garantire le nuove aperture e un orario prolungato agli utenti”. “Contemporaneamente – sottolinea - l’amministrazione è stata in contatto con i sindacati e con i responsabili dei servizi in appalto prodigandosi per tutelare i diritti dei lavoratori”.

I lavoratori, pur dicendosi soddisfatti, non mancano  di pungolare l'amministrazione: "Finalmente ripartiamo anche noi! Ci scuserà l'assessore Tommaso Sacchi se dopo due mesi di sollecitazioni il merito di questa riapertura ce lo intestiamo anche noi, che ci siamo "prodigati" a mobilitare lavoratori e cittadinanza perché l'amministrazione ci desse risposte concrete e tutelasse i nostri diritti. Per il futuro speriamo che si sia aperto un dialogo e che non venga richiuso".

  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biblioteche: riapertura a metà luglio e proroga dell’appalto

FirenzeToday è in caricamento