Residenza falsa, pensione vera: 12 stranieri denunciati per truffa

Si facevano erogare i contributi dall'Inps dichiarando falsamente di abitare a Firenze e provincia

I finanzieri del comando provinciale della guardia di finanza di Firenze hanno scoperto 12 persone, romene e albanesi, che risulterebbero avere indebitamente percepito trattamenti pensionistici, dichiarando falsamente all’Inps di essere residenti in Italia.

Il danno cagionato alle casse dell’ente previdenziale, ancora provvisorio in attesa di ulteriori accertamenti su altri cittadini stranieri sospettati di analoghe condotte illecite, è stato quantificato in circa 200.000 euro.

In particolare, le indagini del nucleo di polizia economico-finanziaria di Firenze - condotte con la collaborazione della direzione provinciale di Firenze dell’Inps e delle polizie municipali di alcuni comuni della stessa provincia - hanno consentito di accertare che diversi beneficiari di trattamento pensionistico, di nazionalità od origine straniera, non risultavano risiedere effettivamente in Italia, presupposto legittimante la percezione del suddetto beneficio.

Infatti, a differenza delle prestazioni di natura previdenziale, cioè correlate al versamento di contributi, per quelle di natura assistenziale la disciplina comunitaria stabilisce il carattere dell’inesportabilità all’estero, in quanto possono essere erogate, a prescindere dalla cittadinanza, esclusivamente nello Stato membro in cui i destinatari del trattamento risiedono stabilmente.

Accertata pertanto la fittizia residenza di questi ultimi in Italia, 12 soggetti (9 di nazionalità romena e 3 di nazionalità albanese) sono stati denunciati alla procura di Firenze, per i reati di truffa aggravata ai danni dello Stato per il conseguimento di erogazioni pubbliche e indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato.

Il tribunale di Firenze ha anche disposto il sequestro preventivo - già eseguito dalle fiamme gialle - delle somme di denaro indebitamente percepite.

L’Inps di Firenze, a seguito delle risultanze segnalate dai finanzieri, ha proceduto alla sospensione dell’erogazione di tutti i trattamenti pensionistici dei quali gli interessati avevano indebitamente fruito.   

Sono al vaglio dei finanzieri altre posizioni inerenti ulteriori soggetti beneficiari di analoghe provvidenze.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani: "La Toscana torna arancione dal 4 dicembre"

  • Coronavirus, Giani: “Con questi numeri Toscana gialla o arancione”

  • Coronavirus: nuova ordinanza in Toscana  

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 25 novembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 27 novembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 26 novembre 2020, le previsioni segno per segno

Torna su
FirenzeToday è in caricamento