rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Cronaca Centro Storico / Via dei Benci

Movida senza controllo: bottigliata contro un locale in Santa Croce

Indosso ad una giovane coppia trovati documenti e carte di credito rubati nelle scorse settimane

La zona di Santa Croce sempre più senza freni. I controlli non mancano ma quest'angolo delle notti fiorentine vive da mesi continue situazioni di microcriminalità. In particolare per i furti ai turisti, magari usciti per una bevuta tra le strade dei locali, fino alle rapine. E non mancano situazioni più barbare come ubriachi che perdono la testa e cominciano a prendere a calci le auto in transito. 

La sequela si è arricchita ieri notte di un altro episodio: un 27enne marocchino ha lanciato una bottiglia contro la vetrina di un noto locale di Via de' Benci. Sul posto è subito accorsa una volante della polizia che ha fermato il nordafricano per un controllo. Questo è risultato essere già noto alle forze dell'ordine per reati contro il patrimonio e con un obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria di Prato. Durante le fasi degli accertamenti al 27enne si è poi avvicinata una ragazza. Quest'ultima, ventenne del Pistoiese, già nota per alcuni precedenti di polizia inerenti furti e rapine commessi tra novembre e il gennaio scorso nella zona compresa tra la stazione e le strade del centro storico, ha raccontato di essere la compagna del 27enne. Proprio dalle sue tasche sono saltati fuori documenti e tessere sanitarie che nelle scorse settimane erano stati rubati in centro. L’ultimo episodio risalirebbe proprio a ieri sera in piazza Stazione, dove una ragazza ha raccontato alla polizia di essere stata derubata della propria borsa.

I due sono finiti in manette: oltre al reato di ricettazione, dovranno rispondere anche del possesso “indebito” di carte di credito abilitate al prelievo di denaro contante.

Per il 29enne nordafricano è ovviamente scattata anche una denuncia per il danneggiamento della vetrata del locale.

Il fenomeno dei furti in strada durante le notti della movida da tempo insiste sulla vita di questo angolo della città. Furti eseguiti con più stratagemmi. Dal borseggio con il foulard (la tecnica del matador), al finto flirt con le turiste, ai borseggiatori che si spacciano per pusher, al cosiddetto "karate" di strada fino alla tremenda leccata in faccia. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movida senza controllo: bottigliata contro un locale in Santa Croce

FirenzeToday è in caricamento