Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca

Maggio Musicale Fiorentino: Cutaia nominato commissario straordinario

Il ministro Sangiuliano firma il decreto

Il ministro della cultura, Gennaro Sangiuliano, ha firmato il decreto di nomina di Onofrio Giustino Angelo Cutaia a commissario straordinario della Fondazione Teatro del Maggio Musicale Fiorentino. Nomina, rinnovabile, valida a decorrere dal 15 marzo per un periodo di sei mesi e non oltre la ricostituzione del Consiglio di Indirizzo. Lo stesso organismo è dichiarato sciolto con il presente atto.

“In appena quattro mesi di attività, tre se escludiamo il tempo necessario alla costituzione del gabinetto ministeriale, mi sono misurato ogni giorno con le criticità del Maggio Fiorentino, una grande e prestigiosa istituzione in una capitale culturale italiana come Firenze, che merita una gestione accorta e salda. La situazione finanziaria, che il commissario Onofrio Cutaia appurerà nelle esatte dimensioni, si è prodotta evidentemente negli ultimi anni. Ci sarà tempo per capire cosa sia successo. Ora il Ministero mette a disposizione un dirigente di comprovata qualità per voltare pagina. La prima cosa sarà tutelare i lavoratori. Ringrazio il sindaco di Firenze Dario Nardella, con il quale abbiamo lavorato in concordia, per aver compreso che questa era la strada per una rapida soluzione”, dichiara il ministro Sangiuliano.

Le priorità del sindacato

"Prendiamo atto che l’impegno preso dal Ministro e dal Sindaco, nel comunicato congiunto del 9 marzo scorso, di avviare rapidamente l’azione di commissariamento è stato mantenuto. Il primo pensiero per quanto ci riguarda è ovviamente il pagamento immediato degli stipendi ai lavoratori e il prosieguo dell’attività della Fondazione confidando che il commissario governativo Dott. O. Cutaia avrà la nostra stessa priorità. Al Dott. O. Cutaia offriamo fin da subito, nel rispetto dei ruoli, la nostra piena disponibilità al dialogo in modo costruttivo ed efficace affinché si possano discutere i problemi che affliggono la Fondazione. La scrivente Uilcom Toscana in questo dialogo non potrà che avere come priorità la salvaguardia del lavoro e delle retribuzioni dei lavoratori del Maggio da 20 anni già falcidiate dall’assenza di rinnovi contrattuali e da un piano industriale che le ha decurtate pesantemente dal 2014, tematiche per noi irrinunciabili. Inoltre la nostra organizzazione sindacale si adopererà nella difesa della qualità artistica del Teatro universalmente riconosciuta" fa Uilcom-Uil Toscana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maggio Musicale Fiorentino: Cutaia nominato commissario straordinario
FirenzeToday è in caricamento