Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Il giardino di Boboli torna senza prenotazione anche per i fiorentini

Il parco mediceo è considerato il polmone verde d'Oltrarno e i residenti avevano contestato l'obbligo di prenotazione nel weekend che comportava il pagamento di 3 euro a persona, compresi i bambini

Da ieri, sabato 26 giugno, è possibile tornare al giardino di Boboli senza prenotazione e quindi gratuitamente (per i residenti a Firenze). L'obbligo di prenotare, che comportava un costo di 3 euro per il servizio, era stato introdotto a seguito delle linee guida stilate dal governo per il contenimento dell'emergenza sanitaria: la prenotazione nel weekend è obbligatoria in tutti i musei e luoghi d'arte che nel 2019 hanno superato il milione di visitatori. 

Nei giorni scorsi, Schmidt e il sindaco Nardella avevano contattato il ministero per chiedere che venisse abolito l’obbligo della prenotazione di almeno 24 ore prima dell’ingresso nei grandi musei, richiesto dall’attuale normativa per il sabato e la domenica. Il museo ha deciso di abolire la prenotazione (per tutti) rendendo così, nuovamente, gratuito l'ingresso ai residenti.

La scorsa settimana è stato riaperto il cancello di Annalena che il direttore Schmidt  ha commentato così: “Il cancello di Annalena è l’ingresso privilegiato dei fiorentini che, dal febbraio 1766, hanno il diritto di entrare al giardino di Boboli. Ora finalmente è possibile riaprirlo, in occasione dell’entrata della Toscana in zona bianca. Così continua la bella tradizione bruscamente interrotta dalla pandemia, e di nuovo invitiamo le famiglie, gli anziani e i giovani ad andare nel parco a ristorarsi e a godere delle aree verdi. Ricordiamo inoltre che fino alla fine di ottobre il giardino di Boboli è aperto in maniera straordinaria anche tutti i lunedì (tranne il 30 agosto e il 6 settembre), e che fino alla fine di giugno continua l’iniziativa speciale delle visite guidate gratuite, ‘Boboli giardino letterario’”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il giardino di Boboli torna senza prenotazione anche per i fiorentini

FirenzeToday è in caricamento