Incinta di 9 mesi all'ospedale: la rimandano a casa e perde il bimbo

L'episodio avvenuto ad Empoli, la Asl: "Non c'erano elementi di emergenza". Ma la Regione apre un'indagine interna

Incinta di 9 mesi va in ospedale, la rimandano a casa e perde il bimbo. E' l'episodio accaduto nei giorni scorsi a Empoli: la notizia, riportata dal quotidiano Il Tirreno, ha poi provocato la precisazione della Asl e della Regione. 

Il caso riguarda una donna di trentasette anni, empolese, già madre di una bambina di due anni e mezzo ed alla trentaseiesima settimana di gravidanza. Era arrivata all’Ospedale San Giuseppe di Empoli nel pomeriggio di venerdì accusando dolori addominali e in particolare al fianco destro. E' stata trasferita al Pronto soccorso ostetrico dove le è stato effettuato il tracciato cardiotocogramma e l’ecografia e non sono risultate anomalie.

Nel corso della visita la donna, seguita nella gravidanza privatamente (fa sapere la Asl), ha riferito di soffrire da tre giorni di gastroenterite. La specialista ginecologa non ha tuttavia riscontrato elementi di emergenza urgenza e la donna è stata rinviata al domicilio. Poco dopo la mezzanotte la donna ha accusato forti dolori addominali e si è recata nuovamente al Pronto soccorso dove ha ripetuto gli esami.

Lì è stata riscontrata la morte fetale intrauterina con emorragia addominale in atto. I sanitari, sempre nella ricostruzione della Asl, hanno così disposto di eseguire un cesareo in emergenza con il quale sono riusciti a salvare l’utero della donna, che al momento è ricoverata nel reparto di ostetricia del San Giuseppe ed è in buone condizioni di salute. 

"Esprimo prima di tutto il mio cordoglio e la vicinanza alla famiglia. Da sempre poniamo massima attenzione al percorso nascita e assicuro che ogni approfondimento verrò compiuto per chiarire quanto avvenuto all'ospedale di Empoli", ha commentato l'assessore al diritto alla salute della Regione Toscana, Stefania Saccardi.

"La Direzione regionale della sanità - ha concluso - provvederà a nominare un gruppo di esperti, in aggiunta al percorso di rischio clinico avviato dalla Asl Toscana centro. Quanto accaduto verrà esaminato valutando i fatti e l'adeguatezza delle procedure seguite". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra multata non ci sta: "Non paghiamo, pronti a ripartire quando sarà possibile"

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 18 novembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Coronavirus, Giani: "Possibile Toscana arancione a inizio dicembre"

  • Coronavirus, Giani: "Oggi 2.336 contagiati, dati si stanno stabilizzando"

  • Coronavirus, nuova ordinanza: vietato consumare cibo e bevande sul posto e nel raggio di 50 metri 

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 20 novembre 2020, le previsioni segno per segno

Torna su
FirenzeToday è in caricamento