menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno dei mezzi incidentati (foto da Facebook Francesco Casini)

Uno dei mezzi incidentati (foto da Facebook Francesco Casini)

Nuovo incidente a Vallina, il sindaco Casini: "Avanti con il bypass"

Frontale tra due mezzi di grosse dimensioni. Code chilometriche di automobilisti

Questa mattina incidente lungo la strada provinciale 34 nella zona di Vallina. Un tratto ormai noto per la sua pericolosità che ha visto uno scontro frontale tra un furgone e un autocarro. Fortunatamente non ci sono stati feriti ma il traffico in zona, sebbene la polizia municipale abbia tentato di agevolare al massimo la viabilità, ha accusato pesanti ripercussioni.

"Ancora presto per chiarire la dinamica – ha spiegato a Radio Sieve il comandante della polizia municipale Massimo Pratesi -. Oltre alla pericolosità del punto c'è sicureamente stato un salto di carreggiata da parte di uno dei due".

Il sindaco Francesco Casini ha invece postato un lungo commento su Facebook proprio per rimarcare come l'incidente odierno confermi la necessità del bypass di Vallina. 

"Stamani ennesimo incidente a Vallina.
Ancora una volta code chilometriche con tanti disagi per cittadini e pendolari.
Con il Ministero alle Infrastrutture e ai trasporti, Anas, Regione, con i sindaci di
18301056_10156187971945550_7995514487921275074_n-2Pontassieve e Fiesole Monica Marini e Anna Ravoni, i sindaci del Valdarno e della Valdisieve e le forze politiche responsabili che hanno a cuore le proprie comunità, con tanti altri enti e associazioni, abbiamo lavorato sodo per arrivare finalmente al progetto del doppio ponte – bypass di Vallina, l'unica vera soluzione per decongestionare il traffico e ridare respiro e vivibilità alla frazione, ai suoi cittadini e alle tante imprese. Lo abbiamo fatto accompagnando al bypass un progetto altrettanto straordinario, candidato ai fondi dell'Unione europea, che prevede la realizzazione di una rete di piste ciclabili lungo l'Arno, con connessioni sulle due sponde per un'integrazione con il sistema ferroviario.
Certamente il progetto del doppio ponte può essere migliorato in alcuni aspetti. Ad esempio per quanto riguarda la zona del "Mulinaccio", dove ai residenti, dopo averli incontrati e ascoltati, abbiamo assicurato la previsione di mitigazioni a garanzia di questo complesso residenziale. Così come abbiamo richiesto una rotatoria più efficace di entrata alla zona artigianale e del verde pubblico nella zona del "Roseto".
Quello per il bypass di Vallina è stato quindi un grande lavoro. Eppure, proprio sul più bello, un gruppetto di ambientalisti o sedicenti tali, comitati “sempre e solo contro”, e ovviamente gli immancabili grillini-pentastallati “del no a prescindere,” si è messo di traverso con uno sproloquio continuo di inesattezze e valutazioni senza alcun fondamento e approfondimento, segno evidente anche della mancanza di conoscenza del territorio e delle esigenze della comunità nel suo complesso.
E intanto continuano incidenti, code e disagi. La sicurezza dei cittadini viene meno, il traffico è ingestibile, Vallina soffre affogata dalle auto e le imprese hanno continui problemi. Noi non ci fermiamo. Si va avanti, eccome se si va avanti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento