Forte Belvedere diventa di proprietà del Comune

Ma per entrare anche i fiorentini continueranno a pagare 2 euro

Dopo l’ex Chiesa di San Pancrazio, sede del Museo Marino Marini, anche il Forte Belvedere diventerà di proprietà del Comune a titolo gratuito. È quanto ha stabilito ieri il consiglio comunale approvando la delibera di autorizzazione presentata dall’assessore al patrimonio Federico Gianassi.

“Si tratta di una opportunità prevista dalla normativa nazionale sul Federalismo culturale – ha spiegato l’assessore Gianassi –. Con questa acquisizione a titolo non oneroso avremo un doppio vantaggio: dal punto di vista economico accresceremo il patrimonio immobiliare del Comune con un complesso immobiliare di particolare valore e tutto a costo zero; contemporaneamente, con l’identità tra il gestore e il proprietario, potremo consolidare le attività culturali che come amministrazione abbiamo già realizzato”. 

L’assessore ricorda infatti che la delibera prevede, come indicato dalla normativa del Federalismo culturale, anche un progetto di valorizzazione culturale dell’immobile, presentato dalla direzione cultura del Comune e approvato dagli enti competenti, che verrà sviluppato nei prossimi mesi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Contrari i gruppi di opposizione perché l'ingresso al Forte, nonostante l'acquisizione da parte del Comune, resterà a pagamento. “Il Forte Belvedere fa parte della città ed è giusto che sia fruibile senza dover pagare 2 euro - ha detto il consigliere comunale di Firenze riparte a Sinistra Tommaso Grassi -. E' una questione di principio. Deve essere valorizzato non mortificato da cancelli chiusi”. Dello stesso avviso i capigruppo di Forza Italia e Fratelli d'Italia e Alternativa Libera. “Speravamo - spiegano Torselli, Cellai e Amato - che con questo passaggio di proprietà potessimo finalmente annunciare che il Forte tornava ad essere gratuito e, soprattutto, aperto nelle ore serali. Anche perché, ricordiamo al PD, che la messa in sicurezza del Forte Belvedere è costata 1 milione di euro, quella sì, pagata dai cittadini”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La montagna vicino Firenze: le escursioni a due passi dal capoluogo toscano

  • Diakhate denunciato per aggressione: il calciatore si difende 

  • Coronavirus, focolaio in Mugello: 18 positivi e 300 in quarantena

  • Paura al parco delle Cascine: accoltellato più volte dal branco

  • Meteo: arrivano le piogge, scatta l'allerta

  • Cosa fare nel fine settimana a Firenze tra sagre e musica

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento