Droga: condannato per spaccio a Firenze, bloccato nel Milanese. Dopo 11 anni

Il cittadino albanese era gravato da un ordine di carcerazione. Ora è a San Vittore

Doveva essere in carcere e invece gironzolava tranquillo nel milanese. Un cittadino albanese di 37 anni è stato arrestato dai carabinieri di Cassano d'Adda, impegnati in un normale servizio di perlustrazione del territorio.

Il 37enne è stato fermato a Pozzuolo Martesana, nel Milanese. I militari hanno proceduto al controllo dei documenti dello straniero, mentre passeggiava da solo nel centro cittadino.

Al termine degli accertamenti, è emerso che era ricercato per un provvedimento di carcerazione emesso dalla procura fiorentina, dovendo espiare la pena residua di 2 anni e 4 mesi di reclusione per spaccio di sostanze stupefacenti, commesso nel 2009 nella provincia di Firenze.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per tale motivo, l’uomo è stato portato nel carcere di Milano San Vittore, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due pizzerie di Firenze tra le migliori 50 d'Italia

  • Incendio in centro: scooter in fiamme / FOTO 

  • Baby K a pranzo al circolo: "Adora la cucina toscana" / FOTO

  • Coronavirus: gita in Sicilia, focolaio nel Chianti

  • Viabilità: A1, chiudono l’uscita Firenze Scandicci e il parcheggio di Villa Costanza

  • Cosa fare nel fine settimana a Firenze

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento