Coronavirus, Rossi: “Recuperati oltre 200 letti di terapia intensiva, picco del contagio il 28 marzo”

Il presidente della Regione: “Anche le sale operatorie possono essere trasformate in terapia intensiva”

“Abbiamo recuperato altri 220 posti letto di terapia intensiva per fronteggiare l'emergenza Coronavirus”. Lo ha annunciato ieri il governatore Enrico Rossi intervenendo, in diretta Skype, al Tg regionale della Rai.

“Ne abbiamo trovati 150 sulla costa al vecchio Santa Chiara, e nei vecchi ospedali di Carrara, Massa, Lucca. Stamani ne abbiamo trovati altri 74 a Firenze (a Careggi, ndr), la maggior parte dei quali sono frutto dei nuovi ospedali che consentono trasformazioni piuttosto rapide”, ha detto Rossi.

“Negli ultimi 15 anni le terapie intensive in Toscana sono già cresciute di per sé di un terzo passando da 347 a 447 posti letto. Una parte di questi posti verrà utilizzata" in caso di bisogno "per curare i pazienti che sono affetti da questa brutta malattia. Calcoliamo, inoltre, che con la riduzione dell'attività programmata si possano utilizzare 200-220 o forse qualcosa in più dei 447 posti letto delle terapie intensive".

A questi si somma la dotazione delle 300 sale operatorie esistenti in Toscana: "Anche queste in parte possono essere trasformate in terapia intensiva”, dice il presidente della Regione.

Ma quando potrebbe essere il picco del contagio e dell'epidemia? “Lo scenario su cui stanno lavorando gli esperti prevede un picco intorno al 28 marzo. L'onda (il grafico dell'andamento del contagio, ndr) dovrebbe essere retta già con le dotazioni che abbiamo, senza bisogno dei 220 posti letto aggiuntivi. Tuttavia è bene lavorare molto, preparasi al peggio perché la vita umana deve stare al primo posto. Vogliamo curare tutti, questa è la funzione del sistema pubblico".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo il bollettino diffuso ieri in Toscana nelle precedenti 24 ore si sono avuti 85 nuovi casi positivi. Il sindaco dei Firenze Dario Nardella, come ulteriore misura di contrasto al contagio, ieri ha emesso un'ordinanza che prevede la chiusura, oltre ai giardini delimitati da cancelli, anche dei grandi parchi pubblici, come Le Cascine o quello dell'Anconella.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Enoteca Pinchiorri: l'asta delle bottiglie ha fruttato più di 3 milioni di euro

  • Lavoro: posto fisso in Comune, concorso a Empoli

  • Crisi Coronavirus, la Cgil: "Hotel Villa La Vedetta chiude, 15 dipendenti a casa"

  • Caso positivo di Covid alla Dino Compagni

  • Sesto Fiorentino: scivola in bagno e batte la testa, muore 12enne

  • Coronavirus: nuovo caso a scuola, classe in quarantena

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento