menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus: proroga del lockdown fino al 3 maggio, ma riaprono librerie e negozi per bambini

Giuseppe Conte annuncia il nuovo decreto: "Riaprire ora vanificherebbe gli sforzi"

Il cosiddetto 'lockdown', cioè le misure che impongono la chiusura delle attività economiche e il distanziamento sociale tra le persone in vigore tuttoggi e fino al 13 aprile, saranno prorogate fino a domenica 3 maggio, per contrastare il contagio del coronavirus.

Il prolungamento era nell'aria e lo ha annunciato ufficialmente questa sera in conferenza stampa alle 19:30 (inizialmente prevista per le 14), il premier Giuseppe Conte, dopo la firma del decreto del presidente del consiglio dei ministri (dpcm) che prevede appunto la proroga.

Dunque tutte le norme in vigore fino ad oggi resteranno in vigore fino al 3 maggio. Ci sono però novità ed eccezioni alla chiusura.

Coronavirus, cosa riapre

Conte ha infatti annunciato che da martedì 14 aprile, dopo Pasqua, riapriranno librerie, cartolibrerie, negozi per neonati e per bambini e alcune attività forestali come quelle del taglio della legna, per garantire il rifornimento di combustibile.

La decisione, ha detto Conte è stata presa "dopo aver ascoltato il parere del comitato tecnico-scientifico, che ci ha confermato che le misure adottate fin qui stanno funzionando. Proprio per questo non possiamo vanificare gli sforzi effettuati finora, non possiamo cedere ora".

Il capo del governo ha poi aggiunto "l'auspicio che dal 4 maggio si possa ripartire", ma in maniera graduale, tenendo come priorità la salute dei cittadini e a seconda di cosa accadrà in queste tre settimane.

"Siamo già al lavoro per la fase 2", assicura il premier, quella fase cioè nella quale l'Italia dovrà iniziare, lentamente, a ripartire.

Conte contro Salvini e Meloni

Il premier ha parlato anche di Europa, confermando la propria posizione favorevole agli eurobond. Sul Mes, Meccanismo europeo di stabilità, Conte ha attaccato frontalmente i leader della Lega Matteo Salvini e di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni.

"Il Mes esiste dal 2012, non è stato istituito ieri, non è stato approvato o attivato la scorsa notte, come falsamente e irresponsabilmente è stato dichiarato da Matteo Salvini e Giorgia Meloni, lo stanno ripetendo da ore ma non è assolutamente così, è una menzogna. Questo governo - ha concluso Conte -, non lavora col favore delle tenebre, ma guarda in faccia tutti gli italiani".

Qui sotto il discorso integrale di Conte:

Qui il testo del decreto

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Eventi

Castello di Sammezzano: esauriti i posti per le visite del Fai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento