Coronavirus, Escort in difficoltà per il lockdown: "L'Inps ci dia i 600 euro"

In 120.000 disoccupate, il 12% ha fatto domanda per aiuto economico

Anche le escort toscane, come le colleghe di tutta Italia, sono in difficoltà economica per il lockdown. E come molte categorie di lavoratori, hanno chiesto i 600 euro all'Inps.

Da uno studio condotto da Escort Advisor, uno dei principali siti del settore risulta, infatti, che il 12% di loro ha fatto domanda, anche se ha dubbi sul fatto che - dovendo documentare il lavoro - alla fine possa realmente ricevere questo aiuto.

E le altre? Il 28% ritiene che se la crisi durerà pochi mesi se la caverà, il 14% invece non esclude che debba chiedere i 600 euro a partire dal prossimo mese.

Il 46%, però, come riporta Escort Advisor, ha detto che assolutamente non farà richiesta all'Inps perchè non ne ha bisogno. Durante l'anno in media lavorano 120.000 escort online in Italia e tante infatti hanno cambiato le loro abitudini, passando allo 'smart working', proponendo videochiamate erotiche ai propri clienti con i quali non si possono incontrare.

Chiara si è detta fortunata: "Non mi manca niente, ho un'abitazione privata dotata di tutti i comfort, dei risparmi da parte e una solida altra attività, anche se in questa sto comunque accusando il colpo di introiti dimezzati".

Lei, poi, è una di quelle che fa le videochiamate: "Organizziamo brindisi a luci soffuse attraverso lo schermo e proseguiamo con conversazioni piacevoli, fino ad arrivare alle sfumature erotiche. Sono particolari anche le cene a distanza perchè i miei clienti mi mostrano le loro abitazioni e i panorami dai loro balconi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rossana, invece, ha raccontato uno scenario completamente diverso: "Siamo abbandonate a noi stesse. Quello che sta accadendo è l'esempio di una fascia della popolazione lasciata indietro come e più di altre. Noi paghiamo tasse, affitti, bollette e tutte le spese che ognuno ha, ma in questi momenti di crisi non abbiamo nulla dallo Stato. Io ho anche due bambini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due pizzerie di Firenze tra le migliori 50 d'Italia

  • Incendio in centro: scooter in fiamme / FOTO 

  • Baby K a pranzo al circolo: "Adora la cucina toscana" / FOTO

  • Coronavirus: gita in Sicilia, focolaio nel Chianti

  • Viabilità: A1, chiudono l’uscita Firenze Scandicci e il parcheggio di Villa Costanza

  • Cosa fare nel fine settimana a Firenze

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento