Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

2 Giugno: celebrazioni per la Festa della Repubblica 

Deposizione della Corona ai Caduti in piazza dell’Unità Italiana. Consegna delle Medaglie d’Onore per i deportati nei campi di sterminio e dei Diplomi dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana

Le celebrazioni per il 75° anniversario della Repubblica Italiana sono iniziate stamattina in piazza dell’Unità Italiana con la deposizione della Corona in onore ai Caduti, alla presenza delle principali autorità cittadine. Dopo la lettura del messaggio del Presidente della Repubblica, il Prefetto di Firenze, Alessandra Guidi, nel proprio intervento, ha sottolineato lo sforzo congiunto che questi mesi di pandemia hanno richiesto a tutti gli attori del territorio a tutela di beni fondamentali come la sicurezza personale e collettiva, le libertà individuali, la legalità e i diritti civili e sociali. 

“Penso alle donne, ai minori ed ai giovani in generale -ha evidenziato il Prefetto-, ai lavoratori e alle lavoratrici, a tutti i soggetti che condizioni oggettive di bisogno e difficoltà possono esporre a più forte rischio di compromissione della sfera dei diritti fondamentali di salute, di sicurezza, di rispetto della dignità umana. E so di dirlo in un territorio che ha fatto di questi diritti la propria cifra distintiva”.

Successivamente in Prefettura si è svolta la cerimonia di consegna delle onorificenze, in assenza di pubblico e nel rispetto delle norme anti Covid. Sono state consegnate ai familiari degli insigniti 4 Medaglie d’Onore, che il Presidente della Repubblica concede ai cittadini italiani, militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti.

 
Elenco degli insigniti con la Medaglia d’Onore:

Gino Bellocci, deportato dal 12/12/1943 al 13/08/1945 e internato a Meppen Versen in Germania;
Dino Burberi, deportato dal 13/09/1943 al 20/09/1945 e internato nel campo di concentramento di Meppen in Germania;
Dino Maselli, deportato dal 08/09/1943 al 01/05/1945 e internato a Most in Germania;
Giovanni Perini, deportato dal 09/09/1943 al 08/05/1945 e internato nello Stammlager VI G in Germania.

Alla consegna delle Medaglie era presente il Presidente della Sezione Fiorentina dell’Associazione Nazionale Ex Internati (ANEI) Mauro Perini, il cui padre Giovanni era tra gli insigniti.

Sono state poi consegnate 36 onorificenze dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana (OMRI), conferite dal Capo dello Stato a coloro che si sono distinti per aver acquisito benemerenze nella propria vita lavorativa, in attività svolte a fini sociali e umanitari o per i lodevoli servizi svolti nelle carriere civili e militari. Quest’anno, in particolare, due dei premiati, il dott. Vittorio Pavoni e il Colonnello Antonio Medica, sono stati insigniti dal Presidente della Repubblica per specifici meriti nella lotta al Covid-19.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

2 Giugno: celebrazioni per la Festa della Repubblica 

FirenzeToday è in caricamento