Sbarcati 19 profughi dalla Nigeria direzione Signa e Pontedera

Stamani sono iniziate a Livorno le operazioni di sbarco di 105 migranti: diciannove nigeriani verranno portati nei centri d'accoglienza di Pontedera e Signa. Si sta cercando di riunire i familiari distanti

Sono iniziate nel porto di Livorno le operazioni di sbarco dei migranti dalla nave 'Excelsior' della flotta Grandi Navi Veloci della Grimaldi. Nel porto toscano dovrebbero scendere 105 persone, mentre successivamente la nave - che ripartirà nella tarda serata - proseguirà per il porto di Genova dov'é atteso lo sbarco di alcune centinaia di immigrati.
 
I migranti che scenderanno a Livorno saranno sistemati in centri di 4 regioni italiane: 19 in Toscana (in strutture di Signa e Pontedera), 52 in Emilia Romagna, 27 in Umbria e 6 nelle Marche.  I profughi che si fermano in Toscana sono tutti di origine nigeriana: nove donne e dieci uomini. Fra loro ci sono coppie e singoli. I pullman organizzati dalla Protezione civile della Regione ne stanno portando nove (5 donne e 4 uomini) tra Pontedera, S. Maria a Monte e Bientina in provincia di Pisa. Dieci invece, uomini e donne in pari numero, stanno andando a Signa, in provincia di Firenze e Signa
 
Secondo quanto si apprende i migranti sono di varie nazionalità e comunque originari di Paesi dell'Africa subsahariana. Sul molo Sgarallino del porto di Livorno (dove ieri pomeriggio erano sbarcati circa 160 migranti destinati in Toscana, Umbria ed Emilia Romagna) sono presenti com'é ormai consueto polizia, carabinieri, polmare, Guardia Costiera, personale della Protezione Civile e associazioni di volontariato e medici del servizio 118.
 
Sono circa 500 i migranti rimasti a bordo della nave. La nave, attraccata intorno alle 12.30 nel porto di Livorno, ha da poco terminato le operazioni di sbarco di 105 immigrati. Tra i gruppi saliti sui vari bus diretti da Livorno ai centri d'accoglienza anche alcune famiglie, con la presenza anche di donne. Prima della partenza verso le strutture il personale della Protezione Civile e delle forze dell'ordine hanno cercato di riunire i familiari che in certi casi erano destinati in centri di regioni diverse.(Ansa)
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Follia in Appennino: contromano per 40 chilometri sull'autostrada A1

  • Toscana in "zona gialla rafforzata": cosa si potrà fare e cosa no

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 13 gennaio 2021: le previsioni segno per segno

  • Coronavirus, 529 casi in Toscana. A Firenze 116 nuovi positivi e 3 decessi

  • Scomparso nel Senese la vigilia di Natale, lo ritrovano perché ubriaco si schianta a Firenze contro un semaforo

  • Nuovo Dpcm e spostamenti per andare dai congiunti fuori regione: cosa succede da sabato 16 gennaio

Torna su
FirenzeToday è in caricamento