Sanità: addio a Manfredo Fanfani, pioniere della ricerca clinica

Il fondatore dell'omonimo Istituto in piazza Indipendenza si è spento ieri sera a 98 anni

Foto dal sito web dell'Istituto Fanfani

Grave lutto nel mondo della medicina. È morto ieri sera nella sua abitazione a Firenze, all’età di 98 anni, il professor Manfredo Fanfani, fondatore nel 1954 dell'Istituto di ricerche cliniche in piazza Indipendenza che porta il suo nome. I funerali si svolgeranno presso la Basilica di San Miniato al Monte martedì 11 febbraio, alle 11.30.

"Con Manfredo Fanfani, Firenze e la Toscana perdono uno dei pionieri della sanità privata, un instancabile ricercatore all'avanguardia nel campo della ricerca clinica e nell'utilizzo di nuovi strumenti per la diagnostica e le analisi di laboratorio” dichiara il vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, Marco Stella (Forza Italia).

“Sin dalla fondazione nel 1954, la struttura è stata fra le prime a introdurre metodiche di automatizzazione del laboratorio di analisi mediche e strumenti diagnostici ad alta tecnologia innovativa – aggiunge il vicepresidente- . Accanto all’evoluzione tecnologica, l'Istituto Fanfani si è fatto apprezzare nel corso dei decenni dai fiorentini per la qualità del servizio e le relazioni con il paziente”.

L'istituto Fanfani, dopo una prima sede di via della Pergola, venne trasferito nel 1964 in piazza Indipendenza, dove si trova ancora oggi. Al grande pubblico, la struttura d'eccellenza è nota soprattutto perché è qui che, solitamente, si svolgono visite mediche dei calciatori della Fiorentina. L’azienda ha oltre 100 dipendenti ed  è seguita da tempo dai figli Stefania e Fabio Fanfani, quest'ultimo console delle Filippine e decano del Corpo Consolare di Firenze.

Nel maggio 1967, Giorgio La Pira visitò l'istituto e ne rimase estremamente colpito: “Caro professore- disse nell'occasione il "sindaco santo" a Manfredo Fanfani -  ho provato tanta gioia nel vedere un luogo di speranza: non un laboratorio di analisi mediche, ma una “concentrazione” di bellezza, di sanità e di vita. Auguro ogni bene, che tutti i suoi malati possano trovare nell’ossigeno di pace e di bellezza che respirano la medicina per guarire. Grazie".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio in centro: scooter in fiamme / FOTO 

  • Baby K a pranzo al circolo: "Adora la cucina toscana" / FOTO

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 23 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Cosa fare nel fine settimana a Firenze

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 21 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Crisi Coronavirus: chiude lo storico Gran Caffè San Marco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento