Caos San Jacopino: accoltellato al petto al termine di una lite 

Ne avrà per trenta giorni. Rissa davanti al Pronto soccorso

Questa mattina un 50enne kosovaro è stato ricoverato d'urgenza dopo esser stato raggiunto da una coltellata al petto sferrata al termine di una lite da una 36enne proveniente dall'ex Jugoslavia. Da una prima ricostruzione, sembrerebbe che alla base della lite ci siano rancori pregressi tra i due.
 
Il 50enne è finito all'ospedale di Careggi per una perforazione al polmone: ne avrà per trenta giorni. Il 36enne è stato denunciato dalla polizia per lesioni aggravate. 

Finisce in rissa

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La questione è poi proseguita davanti al pronto soccorso dove l'aggressore si è presentato insieme al fratello, verosimilmente per riprendere la lite. Qui è nata una rissa con i figli del 50enne accoltellato. Sul posto sono intervenute le volanti che hanno arrestato i due fratelli e uno dei figli maggiorenni della vittima. L'altro figlio, minorenne, è stato denunciato in stato di libertà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio in centro: scooter in fiamme / FOTO 

  • Baby K a pranzo al circolo: "Adora la cucina toscana" / FOTO

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 23 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Cosa fare nel fine settimana a Firenze

  • Coronavirus: gita in Sicilia, focolaio nel Chianti

  • Crisi Coronavirus: chiude lo storico Gran Caffè San Marco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento