rotate-mobile
Cronaca

Abusa della figlia: condannato collaboratore di giustizia

Comminata una pena di 9 anni all'uomo, ex camorrista

Un collaboratore di giustizia, ex camorrista, è stato condannato a 9 anni di carcere dal tribunale di Firenze, con l'accusa di aver abusato in almeno tre occasioni della figlia 15enne. In base alle indagini coordinate dal procuratore aggiunto Luca Tescaroli, le violenze sarebbero avvenute nell'abitazione della famiglia, in Toscana, quando l'uomo, detenuto in un carcere del Nord Italia, poteva tornare a casa grazie a dei permessi.

Il processo è stato celebrato con rito immediato, come richiesto dalla procura fiorentina. Gli accertamenti sono partiti da una segnalazione fatta dalle educatrici di una comunità dove la ragazza è stata ospitata. I racconti dalle sorelle abusi sono stati poi confermati dalla stessa vittima e dalla madre. Lo stesso collaboratore di giustizia avrebbe fatto riferimento alle violenze da lui commesse nel corso di alcune conversazioni telefoniche intercettate dagli investigatori.

Almeno in un caso, la vittima sarebbe stata violentata dal padre dopo essere stata stordita con un cocktail di alcol e farmaci ansiolitici.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abusa della figlia: condannato collaboratore di giustizia

FirenzeToday è in caricamento