Abetone, malore nel rifugio: muore sciatore di Signa

Luigi Rossi, 76 anni, si trovava al Monte Gomito insieme a due amici

Tragedia all'Abetone. Uno sciatore di 76 anni, Luigi Rossi, di Signa (Firenze), è deceduto nel rifugio dell'ovovia del Monte Gomito. Rossi era stato a sciare sulla pista Zeno Colò insieme a due amici quando, ieri mattina intorno alle 9.30, ha accusato un malore. Accompagnato dai due amici, è entrato nel rifugio ma le sue condizioni sono rapidamente peggiorate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Soccorso dai poliziotti in servizio sulle piste abetonesi e dai volontari del Servizio Piste Appenninino Toscano, l'uomo è stato rianimato col Dae a lungo ma purtroppo per lui non c'è stato niente da fare. Rossi ha perso conoscenza ed è morto per arresto cardiocircolatorio. Sul posto sono intervenuti anche gli uomini del Soccorso alpino, dopo che era stato vanamente mobilitato l'elisoccorso Pegaso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: nuovo Dpcm nelle prossime ore. Verso la chiusura di palestre e centri estetici, confermato il "coprifuoco"

  • Coronavirus: possibili 'zone rosse' in Toscana

  • Verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

  • Incidente stradale in viale Belfiore: auto contro scooter, un ferito grave / FOTO

  • Coronavirus: in Toscana altro balzo in avanti, 906 nuovi casi. Cinque decessi, tutti a Firenze

  • Coronavirus: sfondata quota 1.000 nuovi positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento