rotate-mobile
Arte: i tesori di Firenze

Opinioni

Arte: i tesori di Firenze

A cura di Rosanna Bari (Guida turistica qualificata di Firenze)

Tomba di Filippo Brunelleschi: in Duomo l'omaggio della città

Alle ore 15 la sfilata del Corteo Storico

Orafo, scultore e architetto, Filippo Brunelleschi (Firenze 1377 - 15 Aprile 1446) all'inizio del Quattrocento, assieme a Donatello e Masaccio, diede l'avvio alla magnifica stagione del Rinascimento che portò ad un nuovo modo di vedere ed esprimere l'arte.

Alla sua morte, fu sepolto temporaneamente in un loculo del Campanile, per poi essere trasferito all'interno della Cattedrale in prossimità della parete destra dove, inserito in un tondo, vi è il suo ritratto realizzato dal figlio adottivo Andrea di Lazzaro Cavalcanti.

Nel tempo, però, le tracce della sua tomba andarono perdute. Ma nel 1972, durante gli scavi di Santa Reparata, l'antica cattedrale di Firenze, essa fu rinvenuta nella cripta a sinistra delle scale di accesso. "Ancora oggi ricordo come fu emozionante il ritrovamento della tomba contenente i resti del grande artista", dal racconto di Marcello Lazzerini, tra i primi giornalisti che documentarono l'eccezionale scoperta.

Del celebre architetto, nella sua raccolta di biografie "Le vite de' più eccellenti pittori, scultori, e architettori", Giorgio Vasari così ne scrisse: "Ei ci fu donato dal cielo per dar nuova forma all'architettura". Brunelleschi, infatti, rivoluzionò lo stile dell'architettura: le sue opere furono innovative e caratterizzate da severo rigore geometrico e armonia delle proporzioni. Egli realizzò per la chiesa più importante di Firenze, il Duomo, una gigantesca cupola, che avrebbe dovuto servire da faro per tutti i fedeli: "Structura sì grande, erta sopra e' cieli, ampla da coprire chon sua ombra tutti e' popoli toscani", così come la descrisse Leon Battista Alberti.

La grandiosa cupola del Duomo lo immortalerà per sempre e diverrà simbolo della città, ed è proprio alla cupola che la statua che lo ritrae guarda. Posta sul lato destro di piazza del Duomo, fra le colonne del Palazzo dei Canonici, fu realizzata nel 1830 da Luigi Pampaloni che lo effigiò a figura intera, seduto e con in mano un compasso su un foglio da disegno. 

Per ricordare il giorno della sua morte, nel pomeriggio alle ore 15, il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina sfilerà per le strade della città fino al Duomo. Lungo il corteo, le Madonne Fiorentine, che rappresentano le dame della nobiltà cittadina del Cinquecento, accompagnate dagli Ufficiali delle Fanterie, porteranno una ghirlanda di alloro e una di mirto, che verranno poste nella cripta sulla tomba del grande architetto che rese famosa la sua città.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

Tomba di Filippo Brunelleschi: in Duomo l'omaggio della città

FirenzeToday è in caricamento