Domenica, 19 Settembre 2021
Arte: i tesori di Firenze

Opinioni

Arte: i tesori di Firenze

A cura di Rosanna Bari (Guida turistica qualificata di Firenze)

Chiesa dell'Autostrada: punto d'incontro tra Nord e Sud

A cura di Rosanna Bari

La chiesa dell'Autostrada credits by Wikipedia

Tra il 1960-'64 lungo il percorso dell'Autostrada del Sole che collega Milano a Napoli, nel territorio di Campi Bisenzio, accanto all'area di sosta "Firenze Nord", fu costruita la chiesa dedicata a San Giovanni Battista, conosciuta come la Chiesa dell'Autostrada. L'architetto fu Giovanni Michelucci, maestro del Movimento Moderno, al tempo figura di spicco nello scenario creativo fiorentino. Egli fu ispirato dalla Cappella Notre-Dame du Haut a Ronchamp, celebre esempio di moderna architettura religiosa, dell'architetto francese Le Corbusier.

La costruzione era stata intesa come una grande tenda sorretta da bastoni, a simulare quella dei nomadi del deserto. Per questo motivo la copertura della poderosa architettura in pietra, rame e cemento armato, fu realizzata come una singolare volta rovesciata sostenuta da massicci pilastri, in una sinuosità di curve che sembrano mosse dal vento. Ma al contempo rappresenta una solida struttura di riferimento in cui fermarsi nel lungo viaggio tra Nord e Sud.

Concepita come un'oasi immersa nel verde degli ulivi, per il riposo dei viaggiatori bisognosi di una sosta in pace e in meditazione, in un profondo e stretto dialogo con se stessi. "Il visitatore può scegliere, nella chiesa, uno spazio appartato o uno che sia di ritrovo di altre persone; può restarsene solo o unirsi agli altri, secondo la sua preferenza del momento", così come spiegato dalle parole di Giovanni Michelucci. Simbolo, quindi, di incontro dell'uomo con l'uomo.

Attraverso il portale bronzeo realizzato da Pericle Fazzini con l'Attraversamento del Mar Rosso e il Viaggio dei Magi, si accede al nartece, qui chiamato "galleria dei Santi Patroni". Negli altorilievi in bronzo di Emilio Greco e Venanzo Crocetti, si volle esprimere l'idea del percorso dell'autostrada attraverso le varie regioni, raccontando storie dei Santi patroni delle dieci città toccate.

A destra, l'altare maggiore, cuore della struttura, illuminato da una grande vetrata, dominata al centro dalla figura di San Giovanni Battista, protettore della città di Firenze. A sinistra, in un percorso a spirale, si arriva al Battistero.

Definita dal critico Pierre Koenig "capolavoro dell'architettura del Novecento", la chiesa fu realizzata vicino all'autostrada per ricordare le numerose vittime sul lavoro durante la sua costruzione, così come si legge su una targa posta all'ingresso. La chiesa di S. Giovanni Battista fu inaugurata il 5 aprile 1964 e l'anno successivo, l'allora Arcivescovo di Cracovia, Karol Wojtyla, in transito verso Roma, lasciò la sua firma sul registro dei visitatori alla data del 14 Novembre, scrivendo questo augurio alla nuova chiesa: "Dio aiuti nel nostro servizio".

Si parla di
Sullo stesso argomento

Chiesa dell'Autostrada: punto d'incontro tra Nord e Sud

FirenzeToday è in caricamento