rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Scandicci Scandicci

Trenta agenti della Polizia Municipale di Scandicci a lezione di defibrillatore

Il comune di Scandicci fu uno dei primi a dotarsi di un piano per diventare una città a prova di attacco cardiaco

Sono stati 30 vigili urbani i primi studenti del corso per l'utilizzo del defibrillatore che sono iniziati ieri a cura dei volontari dell'Humanitas di Scandicci.

Scandicci è stato uno dei primi comuni della cintura metropolitana fiorentina a dotarsi di un piano specifico per essere una città a prova di attacco cardiaco sistemando dei defibrillatori automatici nei luoghi più frequentati. Il progetto partì nel 2008 quando un consigliere di opposizione presentò un ordine del giorno sull'argomento che fu approvata all'unanimità.

Questo ha comportato l'installazione di 15 apparecchi in vari punti della città, come scuole, impianti sportivi, oratori e via dicendo.

I defibrillatori si possono trovare oltre che nelle sedi dell'Humanitas quella di Scandicci e Badia a Settimo anche a bordo dell'ambulanza di emergenza anche all'istituto superiore Russell Newton, la polizia municipale e il comune, l'oratorio dei Salesiani, l'istituto Sassetti, e i campi sportivi di San Giusto, Sporting Arno, Bartolozzi, Casellina e Vingone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trenta agenti della Polizia Municipale di Scandicci a lezione di defibrillatore

FirenzeToday è in caricamento