ScandicciToday

Scandicci, in arrivo il nuovo pronto soccorso di Torregalli

I lavori dovrebbero iniziare a fine anno. Il progetto prevede una struttura capace di ospitare 45mila pazienti l'anno, più sale visite e anche una sala realx per le dimissioni e per i ricoveri

Torregalli avrà un nuovo pronto soccorso, i lavori dovrebbero iniziare fine di questo anno. La notizia stava circolando da tempo, ma la conferma è stata data solo in occasione della visita del Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi a Scandicci, per conoscere le eccellenze del territorio.

Soddisfazione per la notizia è stata espressa dal sindaco di Scandicci Simone Gheri. “In occasione della visita del presidente Rossi è stato presentato il nuovo progetto del pronto soccorso di Torregalli – commenta il primo cittadino di Scandicci -. Sia il Presidente Rossi che l'assessore Marroni hanno dato il via libera perché i soldi ci sono. Ci sono 2 milioni e 800 mila per il rifacimento del pronto soccorso e qualche cosa per il rifacimento esterno dell'ospedale”.

Il progetto del nuovo pronto soccorso di Torregalli prevede una struttura che sarà in grado di ospitare 45 mila pazienti l'anno. Spazi raddoppiati grazie agli ambulatori che saranno trasferiti altrove, ma comunque sempre all'interno dell'ospedale. Anche l'area di visita sarà raddoppiata, con sale dedicate appositamente ad ogni codice del triage. Tutto sarà improntato alla massima accoglienza dell'utente, con una sala di attesa molto più grande e accogliente. Nel nuovo Dea sarà realizzata anche un'area relax dove i pazienti in attesa di essere dimessi o di entrare in ospedale potranno sostare e consumare i pasti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“È un progetto importantissimo – continua il sindaco Gheri- e bisogna farlo velocissimamente perché le condizioni attuali del pronto soccorso non sono degne di un ospedale degli anni 2000. Non c'è privacy, le condizioni in cui lavorano i medici e gli infermieri sono davvero molto difficili. Se lo meritano anche loro oltre ai cittadini. Noi bisogna ringraziarli per il lavoro eccelso che fanno tutti i giorni in condizioni non facili”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm: slitta la firma, tutti i dubbi delle Regioni

  • I migliori locali low cost d'Italia, cinque sono a Firenze. Ecco dove mangiare bene e spendere poco

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: le regole per negozi, supermercati e centri commerciali 

  • Ristoranti, due locali di Firenze nella classifica dei migliori ristoranti di lusso

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da lunedì

  • Coronavirus: nuovo record di contagi in Toscana, oltre 2.000 nuovi casi e 13 decessi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento