Turismo: boom di recensioni on line per Firenze: 2milioni di click

Presentata dall’assessora Del Re l’indagine sul ‘sentiment’ web sulla destinazione Firenze

Sono 4621 i punti di interesse fiorentini ricercati on line dagli utenti con 2 milioni di recensioni web e un gradimento medio dell’88% trainato dalle valutazioni positive delle coppie e da picchi in occasione del ‘Mese dell’artigianato’.

Sono solo alcuni dei numeri che raccontano la reputazione web di Firenze emersa dall’indagine realizzata da Travel Appeal per il Comune di Firenze. L’analisi è stata presentata ieri presso l’Infopoint turistico di piazza Stazione dall’assessora al Turismo Cecilia Del Re e dal fondatore e Ceo di Travel Appeal Mirko Lalli.

Le coppie rappresentano circa la metà dei visitatori in città, a cui seguono le famiglie (in aumento) e i gruppi. Significativa la quota di viaggiatori singoli per il mercato straniero, che raggiungono il 15% del totale. Presente anche una quota di turismo business, prevalentemente italiano.

“Indagini di questo tipo ci aiutano a capire come viene percepita Firenze dai nostri visitatori – ha detto Del Re - e ci offrono spunti importanti. Lo scorso anno abbiamo lavorato sulla Firenze dei bambini e sulla Firenze delle botteghe artigiane e attività storiche. A completamento di questo lavoro, abbiamo voluto scoprire come questi settori vengono percepiti sui social”.

L’analisi fatta è relativa alla percezione e all’identità online della destinazione Firenze. Grazie all’aiuto di Travel Appeal sono stati analizzati attraverso un sistema di Intelligenza Artificiale 1,8 milioni di contenuti online, con una crescita dell’87% rispetto al milione circa dell'anno precedente.

La crescita dei contenuti è stata costante in tutto il periodo considerato, con un aumento significativo nel periodo maggio-agosto 2018 e nel mese di picco di aprile 2019, con oltre 150 mila contenuti in più, in particolare per le attrazioni e la ristorazione.

Circa due terzi dei contenuti proviene da ospiti stranieri: francesi, spagnoli e inglesi i primi tre mercati dal punto di vista online. Oltre a un’analisi generale di tutti i contenuti attraverso un sistema di classificazione semantica, sono stati effettuate due analisi verticali specifiche relative alla percezione di Firenze come destinazione per bambini e la percezione dell’artigianato.

Le conversazioni e i contenuti su entrambe le tematiche sono una piccola percentuale del totale, dimostrando un potenziale di crescita importante. Il sentiment, cioè la soddisfazione generale dell’esperienza, legata ai temi per bambini è genericamente buona, anche se ci sono degli aspetti che possono essere migliorati.

Nonostante la presenza di attività specifiche per i bambini non si rileva un posizionamento identitaria specifico. L’artigianato è sicuramente una componente identitaria della destinazione Firenze: il sentiment è molto buono, anche se non ha ancora raggiunto appieno il potenziale di attrattore turistico di per sé. Le diverse produzioni artigiane sono parte della base economica cittadina e rafforzano la reputazione stessa dell’intero territorio, poiché quando vengono scoperte dai visitatori sono un’esperienza ‘memorabile e positiva’.

Dall’analisi dei contenuti emerge come il tema dell'artigianato non sia attualmente un motivo distinto di attrazione principale in città: viene infatti spesso scoperto in loco visitando musei e monumenti o passeggiando per le vie cittadine, dove l’offerta di produzioni artigianali è presente. Rispetto alle produzioni artigiane, oro in primis, a cui seguono pelle, ceramica e legno sono gli elementi più citati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Quello che emerge con forza - sottolinea una nota di Palazzo Vecchio -, è la soddisfazione strettamente collegata alla bellezza e unicità degli oggetti e delle location nelle quali sono esposti, creati e venduti. Il rapporto tra l’offerta culturale e le produzioni artigiane diventa un interessante punto di partenza per ripensare a nuove motivazioni di visita alla città, in collaborazione con gli operatori turistici".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 23 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Coronavirus: nuovo caso a scuola, classe in quarantena

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 21 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 19 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Elezioni regionali e referendum: boom affluenza in Toscana

  • Crisi Coronavirus: chiude lo storico Gran Caffè San Marco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento