Domenica, 17 Ottobre 2021
Economia

Sciopero dei metalmeccanici, i sindacati: "Massiccia adesione"

"Adesioni all'85% al Nuovo Pignone, all'80% alla Leonardo, al 75% alla Laika, all'80% alla Dorin e al 90% a La Fortezza"

Stamani sciopero per i metalmeccanici che protestano anche a Firenze in occasione della mobilitazione nazionale contro il mancato rinnovo del contratto con Federmeccanica. In centinaia di lavoratori della provincia fiorentina hanno aderito al pacchetto di 4 ore (in molte aziende hanno esteso lo sciopero anche a 8 e per l'intera giornata), ritrovandosi davanti ai cancelli nel rispetto del distanziamento sociale e, in contemporanea, organizzando un flash mob statico in Piazza Santa Croce.

"Da sempre considerato il contratto 'pilota' per gli altri, il rinnovo del contratto dei meccanici porta con sè una forte carica simbolica nei rapporti fra sindacati e mondo industriale". 

A Firenze sono oltre 20.000, secondo i dati forniti dai sindacati, i lavoratori che attendono il rinnovo del contratto Federmeccanica.

"Massiccia è stata la partecipazione allo sciopero: solo per citarne alcune, ci sono state adesioni all'85% al Nuovo Pignone, all'80% alla Leonardo, al 75% alla Laika, all'80% alla Dorin e al 90% a La Fortezza".

"Deve avere fine questa cultura per cui il lavoratore è solo un costo e non un bene su cui investire. Una parte degli industriali sta usando la crisi sanitaria per tenere bassi i salari e ciò è inaccettabile. Questo sciopero deve riportare le aziende nella trattativa: le imprese devono diventare parte attiva del confronto e dire che il contratto si deve fare. Dobbiamo portare Federmeccanica a una maggiore responsabilità. La stessa responsabilità che hanno avuto i lavoratori nella fase più drammatica della pandemia, superando le paure e sostenendo la produzione. Nella nostra piattaforma esistono molti strumenti per dare risposte alla crisi, le aziende hanno accumulato ricchezza: è arrivato il momento di ridistribuirla con aumenti salariali certi".

I sindacati ringraziano Giovanni Bettarini e Lorenzo Zambini della Città Metropolitana e la neo Assessora al Lavoro di Firenze Benedetta Albanese per aver portato sostegno e solidarietà alla causa dei metalmeccanici fiorentini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero dei metalmeccanici, i sindacati: "Massiccia adesione"

FirenzeToday è in caricamento