Coronavirus: orari regolari e merce disponibile nei supermercati Coop

Il DPCM del 9 marzo prevede la possibilità di uscire per fare la spesa. Unicoop Firenze: “Non ci sono problemi di approvvigionamento”

Il DPCM del 9 marzo 2020 prevede la possibilità di uscire di casa per motivi strettamente legati al lavoro, alla salute e alle normali necessità, quali, per esempio, recarsi a fare la spesa. Spesa che sarà sempre possibile fare, poiché i prodotti sono presenti nei punti vendita di Unicoop Firenze e non ci sono problemi di approvvigionamento.
Per quanto riguarda il DPCM di ieri sera, precisa Palazzo Chigi che: “Non è prevista la chiusura dei negozi di generi alimentari, che anzi rientrano tra le categorie che possono sempre restare aperte. Non è necessario e soprattutto è contrario alle motivazioni del decreto, legate alla tutela della salute e a una maggiore protezione dalla diffusione del Covid-19, affollarsi e correre ad acquistare generi alimentari o altri beni di prima necessità che potranno in ogni caso essere acquistati nei prossimi giorni. Non c’è alcuna ragione di affrettarsi perché sarà garantito regolarmente l’approvvigionamento alimentare".

I punti vendita di Unicoop Firenze saranno quindi aperti regolarmente e la spesa sarà garantita per tutti i soci e clienti della Cooperativa. A seguito del DPCM del 9 marzo 2020, che allarga la zona protetta a tutto il Paese, Unicoop Firenze fa sapere che, come da indicazioni del Governo, continuerà a svolgere il proprio servizio: i 104 punti di vendita in 7 province della Toscana resteranno aperti con i consueti orari. Non ci sono inoltre in questo momento problemi di approvvigionamento da parte della Cooperativa ed è assicurata la disponibilità dei prodotti.

Unicoop Firenze, che già ieri ha introdotto nuove disposizioni e strumenti idonei ad evitare assembramenti di persone in osservanza del DPCM del 9 marzo, anche in questa nuova fase dell'emergenza invita soci e clienti a tenere comportamenti responsabili anche nella spesa, ad evitare accaparramenti e corse agli acquisti che in questo momento possono solo rappresentare un rischio maggiore rispetto alla necessità di non affollare i luoghi pubblici.

A seguire le misure prese a partire da ieri, 9 marzo 2020 per operare con determinazione per garantire il massimo di assistenza e del servizio ai consumatori, invitandoli a seguire con attenzione e rigore le direttive relative alle distanze e alle misure volte a non determinare inutili assembramenti nell’area di vendita.

Annuncio audio: la Cooperativa ha elaborato un annuncio audio che ogni 30 minuti reciterà: “Nell’interesse della salute di tutti i nostri Soci, clienti e lavoratori, invitiamo la nostra gentile clientela a evitare affollamenti, con particolare attenzione ai banchi assistiti, alle casse e ai reparti più frequentati, mantenendo la distanza di almeno un metro dalle altre persone. È un gesto di prevenzione e di attenzione reciproca”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Accessi: la Cooperativa organizza un presidio, sia all’ingresso dei punti vendita, sia al loro interno, volto ad evitare gli affollamenti, con addetti dedicati a valutare le situazioni e indicare a soci e clienti le corrette pratiche da tenere (distanza interpersonale di almeno un metro). Nei momenti di maggior afflusso, se necessario, potrà essere favorito il rallentamento degli accessi fermando temporaneamente l’accesso all’area di vendita.

Cartellonistica: la Cooperativa ha predisposto una nuova e ancora più incisiva cartellonistica in ingresso, in barriera casse e box, nel reparto ortofrutta, nei banchi assistiti e nelle aree ristoro, per ricordare le disposizioni di legge rispetto alla distanza interpersonale. Nel dettaglio la Cooperativa ha previsto comunicazioni all’ingresso che sollecitano soci e clienti a mantenere le distanze di sicurezza di un metro, evitando affollamenti. All’interno del punto vendita in prossimità di casse tradizionali, veloci e salvatempo e al box accoglienza, ci sarà una segnaletica orizzontale per indicare dove attendere il proprio turno. Sono inoltre previsti totem alle casse e cartellonistica in ortofrutta, sul distributore di sacchetti e guanti, davanti ai banchi assistiti e nei ristori. Fra le misure previste anche la dotazione di mascherine per i dipendenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio in centro: scooter in fiamme / FOTO 

  • Baby K a pranzo al circolo: "Adora la cucina toscana" / FOTO

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 23 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Coronavirus: gita in Sicilia, focolaio nel Chianti

  • Cosa fare nel fine settimana a Firenze

  • Viabilità: A1, chiudono l’uscita Firenze Scandicci e il parcheggio di Villa Costanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento