rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Attualità

Internet: il 55% degli adolescenti favorevole al patentino per l'uso sicuro dei social network

Il dato da una ricerca condotta per la polizia di Stato da Unifi e Sapienza di Roma

Un patentino per l'uso sicuro dei social e della Rete: è ciò che vorrebbe il 55% degli adolescenti i quali, se venisse introdotto un tale 'documento', dichiarano che sarebbero interessato a prenderlo.

E' uno dei dati più significativi emersi da una ricerca condotta per la polizia di Stato da "Generazioni Connesse", il Safer Internet Center Italiano coordinato dal ministero dell'Istruzione e curata da Skuola.net e le università di Firenze e Sapienza di Roma.

"Come lo scooter"

Fra i 2.475 adolescenti delle scuole secondarie che hanno risposto al questionario, circa 1 su 4 ritiene che la "patente" per il web dovrebbe essere persino obbligatoria, al pari di quella per guidare l'automobile o il motorino. Un'esigenza ancora più sentita nella fascia 11-13 anni, dove quasi 1 su 3 a schierarsi in favore di questa soluzione.

Sottolineando come una porzione non trascurabile di nativi digitali è consapevole della necessità di formarsi adeguatamente prima di entrare in Rete in sicurezza.

Social network: da che età?

Ma quale dovrebbe essere l'età giusta per iniziare ad utilizzare i social network da soli, con un proprio account? Per il 40,5% la quota d'ingresso dovrebbe essere fissata a 14 anni, il 14,5% aspetterebbe anche fino ai 16 anni.

Non sono pochi, però, quelli estremamente tolleranti: il 22,5% aprirebbe infatti alle iscrizioni già a partire dagli 11 anni. Molti meno i rigorosi, visto che appena il 4,5% impedirebbe l'accesso autonomo prima dei 18 anni.

Il resto del campione si distribuisce su opzioni diverse, con qualcuno (3,9%) che arriva anche a ritenere che non ci sia un'età giusta.

Ma è significativo che, nella fascia d'età 14-17 anni, quasi la metà precluderebbe l'accesso ai social ai loro coetanei immediatamente più piccoli.

Per il 59% andrebbe fatto soprattutto perché i più piccoli spesso non pensano alle conseguenze delle loro azioni, specie in un mondo dai confini così labili come quello digitale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Internet: il 55% degli adolescenti favorevole al patentino per l'uso sicuro dei social network

FirenzeToday è in caricamento