Spettacolo di danza al giardino dell'Orticoltura

Il Giardino dell'Orticoltura il 5 giugno ore 20/22 ospita The Sudden Garden, la performance dello YOUTH DANCE GROUP by Kinesis CDC a cura di Angelo Egarese

"Un modo di esprimersi in maniera libera, lasciando strutture e schemi di movimento, cercando i movimenti del corpo più tipici con l’esplorazione e l’uso dello spazio. Il tutto si basa sull’ ascolto e la capacità di giocare e creare con i movimenti e stimoli che sono stati scelti per ogni improvvisazione.”

La compagnia propone una performance site specific con due diversi approcci, poiché sono diverse le finalità, ma comunque attività compenetranti e indispensabili l’una all’altra. La performance prevede varie situazioni, indispensabili sono ripetizioni, sviluppi e leggere variazioni di uno stesso movimento, per poter essere in grado di sviluppare una memoria fisica e di indagare tutte le possibilità espressive di un singolo movimento.

Importante è il “quando”, che assume un ruolo fondamentale, infatti è necessario essere capaci di sentire “quando” entrare, “quando” uscire, “quando” finire, “quando” lasciare il tempo di sviluppare qualcosa o “quando” interromperlo. Indispensabile è saper gestire il “quando”, ma è estremamente importante anche il “come”.

Il 6 Giugno, ore 19 / 22 "La bellezza dell’Essere ridicolo"
Workshop di teatro/Clown a cura di Julieta Marocco

"In questo workshop giochiamo, ridiamo di noi, giungiamo ad una visione approfondita di chi siamo come artisti e ci accorgiamo dell'incredibile potenziale che possiamo trovare nel lavorare con ciò che abbiamo, con ciò che siamo" spiega Chiara Fenizi.

L'esperienza del Contact Improvisation coinvolge e sfida tutti i nostri sensi: quando danziamo ci alleniamo continuamente ad essere presenti a ciò che accade dentro e fuori la nostra pelle. Ascolto, attenzione, consapevolezza, fiducia sono alla base di un linguaggio del corpo che crea relazioni istantanee, imprevedibili. Durante questa esperienza incontreremo i principi che stanno al cuore di questa forma di danza, chiedendoci: “come possiamo familiarizzare e giocare con essi?
In concomitanza alla Contact Improvisation, verrà proposta una esperienza musicale dal vivo che si propone di creare una forte interazione tra i musicisti, i danzatori e il pubblico.

Julieta Marocco e Chiara Fenizi sono attrici, registe e formatrici. Diplomate nella Ecole Philippe Gaulier, scuola riconosciuta a livello internazionale dove si sono formati alcuni dei clown piu importanti dell’Europa e del mondo. Lavorano entrambe tra la Spagna, il Brasile e l’Italia conducendo laboratori di clown e creazione teatrale da piu’da 10 anni.

A seguire, performance musicale con Gabriele Dimitrio (voce), Pier Paolo Limiti (chitarra) e Ester Cecconi (percussioni)
Un chitarrista, un cantante e una percussionista mescoleranno insieme le loro influenze musicali per costruire un suggestivo intreccio di suoni.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Tutankamon: viaggio verso l’eternità. La mostra a Firenze | FOTO / VIDEO

    • dal 15 February al 30 August 2020
    • Palazzo Medici Riccardi
  • Arrivano i lupi nelle piazze di Firenze: la mostra | FOTO

    • Gratis
    • dal 13 July al 2 November 2020
    • Palazzo Pitti
  • Cinema sotto le stelle a Villa Bardini: il programma

    • dal 8 July al 19 August 2020
    • Villa Bardini
  • Libri e fiori in piazza dei Ciompi: gli appuntamenti del 2020

    • dal 25 January al 27 December 2020
    • piazza ciompi
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    FirenzeToday è in caricamento